Allerta Meteo, ciclone Africano verso il mar Jonio: tempesta sempre più vicina a Malta, maltempo estremo in arrivo al Sud

Allerta Meteo, il ciclone Africano proveniente dal cuore del Maghreb sta per raggiungere il Canale di Sicilia, transiterà dapprima sull'isola di Malta e poi sul mar Jonio muovendosi rapidamente verso la Grecia e provocando forte maltempo al Sud

Allerta Meteo – Il “mostro” sta arrivando: secondo gli ultimi aggiornamenti di tutti i modelli meteorologici, la tempesta di origine Africana che s’è formata poche ore fa nel cuore del Maghreb tra Marocco e Algeria, innescata dal freddo anomalo e dalle abbondanti nevicate sul deserto, risalirà il mar Jonio lambendo le coste siciliane e calabresi per poi abbattersi con particolare violenza sulla Grecia.

Stasera il ciclone sarà già su Malta, domani risalirà lo Jonio diventando molto profondo, probabilmente meno di 990hPa nell’alto Jonio al largo di Crotone e del Salento. Eloquenti le mappe dei modelli GFS e Moloch (ISAC-CNR) che pubblichiamo nella gallery a corredo dell’articolo. Gli effetti sull’Italia meridionale (e su Malta, ma poi anche in Grecia) saranno pesantissimi. Avremo piogge torrenziali, forti temporali e abbondanti nevicate sui rilievi siciliani e calabresi, soprattutto nella prossima notte su Madonie, Nebrodi, Etna, Peloritani, Aspromonte, Serre e Sila. Oltre i 1.400 metri sia in Aspromonte che sull’Etna avremo accumuli eccezionalmente abbondanti, in modo particolare nei versanti meridionali e orientali, con oltre mezzo metro di neve fresca e anche di più in alta quota. A tratti la neve scenderà anche sotto i 1.000 metri durante la giornata di domani, Sabato 10 Febbraio. I fenomeni temporaleschi più violenti rimarranno in mare aperto e colpiranno dapprima Malta, nel pomeriggio/sera di oggi, poi lo Jonio al largo, dove avremo anche venti forza 10 e mare in burrasca con seri problemi per la navigazione. Sull’Italia meridionale le Regioni più colpite saranno Sicilia, Calabria e Puglia meridionale, dove sarà un Sabato sera di forti piogge. All’estremo Sud pioverà soprattutto nelle zone Joniche di Sicilia e Calabria, ma non solo: dal pomeriggio di Sabato irromperanno forti venti di maestrale per la “coda” della tempesta che si allontanerà verso la Grecia, e anche nelle zone tirreniche si verificheranno veri e propri nubifragi con temperature in picchiata e grandinate fin sulla costa, in tutta la fascia compresa tra Palermo e Tropea.

Massima attenzione, quindi, alle prossime 36 ore: sarà la parentesi più cruenta (almeno fino al momento) di questa stagione invernale nelle Regioni del Sud. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: