Fortissimo terremoto in Messico, edifici crollati e evacuazioni: tremano anche i semafori, un milione di case senza elettricità [FOTO e VIDEO]

Fortissimo terremoto in Messico: una scossa di magnitudo 7.2 ha causato ingenti danni e panico tra la popolazione [FOTO e VIDEO]

Un fortissimo terremoto ha colpito il Messico. La scossa, di magnitudo 7.2 della scala Richter, è stata registrata alle 17:39 di ieri ora locale (00:39 italiane) nel sudovest del Messico: l’epicentro è stato identificato nello stato di Oaxaca.

Grande paura al momento della scossa, mentre in strada tremavano anche i semafori e quasi un milione di case e imprese sono adesso senza elettricità. 

L’epicentro è stato registrato a circa 90 miglia (145 km) dalla località costiera della costa pacifica, Puerto Escondido, nello stato meridionale di Oaxaca, mentre l’ipocentro a 24,5 km di profondità.

A Città del Messico, da quanto riferiscono testimoni sul posto, la situazione è stata di panico: gli alti edifici oscillavano per più di un minuto mentre gli allarmi sismici suonavano in tutta la città tra le celebrazioni del capodanno cinese, e i tremori venivano avvertiti fino al Guatemala, a Sud del Paese.

Due persone sono morte a causa dello schianto di un elicottero che trasportava il ministro degli interni del Messico e il governatore di Oaxaca: l’incidente è avvenuto mentre il velivolo cercava di atterrare. Gli alti funzionari sono sopravvissuti.

Il sisma è stato seguito da ben 225 scosse di assestamento che hanno generato un panico diffuso.

“A Città del Messico, l’allarme sismico ha suonato 72 secondi prima che si avvertissero i tremiti, – ha detto il sindaco Miguel Angel Mancera –  dando ai residenti il ​​tempo di fuggire nelle strade.”

La città di Oaxaca di Jamiltepec ha subìto l’impatto più pesante, con 50 case danneggiate insieme a una chiesa e un edificio governativo, secondo i dati forniti dall’Agenzia per la Protezione Civile dello Stato. Inoltre è stato necessario evacuare i pazienti dell’Ospedale sia di Jamiltepec che della vicina città di Putla Villa de Guerrero. Su un’autostrada locale si è scatenato un incendio causato dall’urto di due cavi elettrici ad alta tensione.

Nella città di Pinotepa Nacional, vicino all’epicentro del terremoto, una foto dell’agenzia di protezione civile di Oaxaca ha mostrato un edificio a un solo piano in cui una parte della facciata in mattoni si era sbriciolata nella strada. Anche un ospedale è stato danneggiato e una struttura crollata ha bloccato una strada principale.