Caro Stefano Venturi (Lega Nord): tu pensa a evitare altre gaffe, i giudizi su MeteoWeb lasciali ai nostri lettori

    /
    MeteoWeb
    Stefano Venturi

    Terremoto nel Nord Italia… Ci scusiamo per i disagi, ma la Padania si sta staccando. (La prossima volta faremo piu’ piano…)“: Stefano Venturi, segretario della Lega Nord di Rovato, si è reso protagonista del terremoto in pianura Padana pubblicando  questa frase su facebook; una battuta poco felice che ha scatenato l’ira della popolazione del web e l’ha costretto alle dimissioni. Già ieri avevamo commentato l’accaduto con quest’articolo, sottolineando il commento di un ragazzo che gli ha risposto così: “se ti stacchi dal pianeta fai un favore all’umanita“.
    Oggi torniamo sulla questione per un altro motivo: non ci sembra infatti il caso di mettere ulteriormente il dito nella piaga e sparare sulla Croce Rossa per quanto riguarda l’infelice battuta. Il problema è che scorrendo la bacheca di Venturi su facebook possiamo notare come l’esponente leghista accusa MeteoWeb di “cattiva informazione” e si costruisce un alibi su un nostro articolo, lasciando trasparire che la sua frase irriverente in realtà era stata pubblicata perchè lui era convinto del fatto che non ci fossero stati danni. Per colpa di MeteoWeb!!! Venturi, infatti, linka questo nostro articolo pubblicato alle 02:34 della notte tra sabato e domenica, quando spiegavamo che la scossa di magnitudo 4.1 Richter delle ore 01:13 non aveva provocato alcun danno in pianura Padana, come in effetti è stato.
    Il terremoto più forte, quello di magnitudo 5.9 Richter, si è poi verificato alle 04:04, come ha prontamente riportato, in anteprima nazionale e nel cuore della notte, quest’altro nostro articolo nel quale abbiamo subito sottolineato la gravità della situazione con tanto del resoconto delle prime vittime. Dopo pochi minuti aggiungevamo un’altra breve news con le notizie dei crolli. Da lì in poi è partita una maratona speciale sul nostro giornale con tutti gli aggiornamenti in tempo reale e una diretta che non si è ancora conclusa.

    A Venturi, che scrive: “bisognerebbe accertarsi dei fatti prima di pubblicare gli articoli” citando MeteoWeb e chiedendosi se “questa sarebbe informazione“, rispondiamo che a fare informazione ci pensiamo noi e a giudicarci sono, ogni giorno, i nostri lettori e non possiamo assolutamente permettere che nessuno giochi sulla credibilità di MeteoWeb per spiccioli interessi personali.

    Lui, piuttosto, farebbe meglio a stare attento ed evitare altre gaffe perchè in tutta questa vicenda ha dimostrato non solo di essere poco sensibile e rispettoso nei confronti di chi in questa tragedia ha perso la vita, i parenti, gli amici o i suoi beni, ma adesso con quest’ulteriore furbesco “escamotage” con cui prova a giustificare il suo gesto, evidenzia anche come non conosca affatto cos’è successo in quella notte maledetta (la  scossa di magnitudo 4.1 all’1:13, circa tre ore prima di quella, devastante, di magnitudo 5.9) proprio lì, nel territorio Padano di cui si professa così tanto amante sostenitore.