Previsioni Meteo, Italia infuocata: i picchi più caldi tra mercoledì e venerdì, poi lento ritorno alla normalità

    /
    MeteoWeb
    I picchi più caldi previsti per la giornata di giovedì: al Sud Italia molte località supereranno i +40°C

    Fa caldo in tutt’Italia, con temperature elevatissime, diffusamente sui +35°C e anche oltre: è l’ondata calda iniziata nella seconda parte della scorsa settimana, che adesso sta entrando sempre più nel vivo. I giorni più caldi, infatti, saranno i prossimi, tra mercoledì 20 e venerdì 22, proprio in concomitanza con il solstizio d’estate che darà ufficialmente il via alla stagione anche dal punto di vista astronomico.
    In Europa la situazione meteorologica è  chiara ed estrema: nei settori nord/occidentali del continente, e in modo particolare in quelli Atlantici, le temperature sono fresche e il tempo è brutto con piogge e temporali. Nel Mediterraneo e nell’Europa orientale, invece, fa molto caldo per la spinta dal nord Africa dell’anticiclone SubTropicale che sta provocando quest’ondata di caldo anche sull’Italia. Le differenze più significative si notano sulla Spagna, dove in Galizia, tra Vigo e La Coruna, le temperature massime superano di poco i +16/+17°C mentre nelle zone centro/meridionali della penisola Iberica, tra Cordova, Siviglia e Madrid, le massime arrivano a superare i +35°C! Fa fresco anche nel Regno Unito, con massime di +16/+17°C tra Londra, Glasgow e Dublino, mentre le varie capitali dell’Europa orientale (Varsavia, Berlino, Praga, Vienna, Kiev, Belgrado, Bucarest, Tirana ma anche Atene) superano i +30°C, in alcuni casi in modo abbondante. Infatti anche sui Balcani, nell’Europa orientale e in Turchia, è allarme-caldo con un’emergenza incendi già significativa, tanto che due canadair Italiani sono partiti ieri proprio verso la Grecia, per fronteggiare una situazione critica.

    La situazione satellitare sull'Europa: fresco e maltempo nei settori Atlantici, caldo e sole in quelli centro/orientali

    I nuclei d’aria più calda, sull’Italia, arriveranno nei prossimi giorni e in modo particolare tra mercoledì e venerdì, quando le temperature potranno superare addirittura i +40°C soprattutto nelle zone interne del sud. E’ comunque da escludere che possano raggiungersi dei picchi da record. Attenzione, intanto,  a quello che può succedere sulle Alpi, dove arriverà qualche infiltrazione fresca e umida da nord/ovest. Già ieri sera a Pinerolo c’è stato un violento nubifragio temporalesco, e nei prossimi giorni si verificheranno altri fenomeni temporaleschi localmente forti specie al nord/ovest, tra Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia.
    L’Italia uscirà gradualmente dalla morsa del gran caldo Africano a partire dal weekend, ma la situazione non cambierà in modo repentino: il tempo resterà bello e il clima caldo, seppur con temperature in lieve calo rispetto ai giorni precedenti. La prossima settimana, poi, dovremmo tornare alla normalità con temperature in linea rispetto alle medie del periodo ma ancora con un sole pieno su tutte le Regioni. L’estate, insomma, continuerà a farla da padrone a lungo …