Pre-Allerta Meteo per la prossima settimana: inizierà con forte maltempo, finirà con freddo e neve!

    /
    MeteoWeb

    Ci avviciniamo sempre di più alla fine del mese in cui, come scriviamo da giorni, la situazione meteorologica sull’Italia si “accenderà” nuovamente in modo impetuoso a causa di condizioni meteo avverse, dopo la breve tregua di questi giorni in cui stiamo vivendo una fase di transizione dopo il tanto maltempo delle ultime settimane, e prima di quella che sarà una sfuriata dalle tinte invernali proprio negli ultimi giorni di questo mese di novembre 2012. In questi giorni l’Italia è un po “terra di nessuno“, senza figure anticicloniche che garantiscano bel tempo e caldo, ma anche senza alcun tipo di perturbazione intorno al nostro Paese che ha un clima, quindi, caratterizzato da molte nubi, nebbie e foschie, qualche debole piovasco sparso a macchia di leopardo e qualche timida schiarita.
    Nel weekend inizierà a succedere qualcosa che poi la prossima settimana si ripercuoterà sull’Italia: l’anticiclone delle Azzorre inizierà ad erigersi verso l’alto Atlantico, e l’Inghilterra sarà colpita da un’intensa ondata di maltempo con piogge torrenziali che hanno fatto già scattare l’allarme inondazioni. Proprio da lì, dal nord Atlantico, nei primi giorni della prossima settimana un’ampia saccatura si incuneerà nel Mediterraneo occidentale, provocando un’impetuosa risalita d’aria calda nord Africana su tutt’Italia, dove soffieranno forti venti di libeccio con temperature decisamente elevate soprattutto nelle zone sottovento. Inizierà così una super-ondata di maltempo che già da martedì 27 porterà piogge intense e abbondanti al nord/ovest e su tutte le Regioni Tirreniche, dove – soprattutto tra Toscana, Lazio e Campania, avremo almeno tre giorni di piogge torrenziali. E’ alta la preoccupazione per le zone alluvionate di Maremma, Umbria e Viterbese, ma stavolta il clou del maltempo dovrebbe essere più a sud, tra Lazio e Campania, anche se è ancora presto per dettagli così specifici.
    Sicuramente avremo due/tre giorni di grandi piogge su molte Regioni, con impetuosi venti occidentali che supereranno i 120km/h determinando violente mareggiate sulle coste esposte. Poi, nella seconda metà della settimana, arriverà il freddo grazie allo spostamento del vortice ciclonico dal golfo di Genova ai Balcani settentrionali, consentendo così all’aria fredda di irrompere sull’Italia dapprima tramite la Valle del Rodano e poi forse anche da nord/est, da dove a inizio dicembre potrebbe arrivare il primo vero gelo stagionale, direttamente dalle steppe siberiane. Ma adesso siamo davvero finiti nel fantameteo, su cui è meglio rimandarci ai prossimi aggiornamenti: continuate a seguirci, l’inizio dell’inverno è sempre più vicino…