Maltempo, allarme per le rondini: in Italia sono sempre meno, colpa dei fenomeni estremi

MeteoWeb

rondini1Negli ultimi dieci anni, la presenza della rondine in Italia ”e’ diminuita del 20% e negli ultimi mesi moltissime sono state le nidificazioni interrotte a causa del maltempo”. A lanciare l’allarme e’ Fulvio Mamone Capria, presidente della Lipu, che all’Adnkronos spiega: ”Il bilancio e’ purtroppo ancora provvisorio, perche’ ”e’ molto probabile che le nidiate primaverili abbiano subito una notevole moria di giovani”. ”La rondine -aggiunge- e’ il simbolo di un’agricoltura sempre piu’ in difficolta’. Il consumo del suolo avanza, e la politica agricola comune (Pac) non fa alcun passo in avanti per aiutare l’agricoltura di qualita’ a far sopravvivere le specie di uccelli che vivono in ambienti agricoli”. Per questo motivo ”la Lipu lancia una campagna di monitoraggio delle rondini attraverso la piattaforma www.ornitho.it, attraverso la quale il cittadino potra’ segnalare la presenza degli uccelli favorendo cosi’ la creazione di una banca dati piu’ ampia”. ”Oggi le rondini sono poco piu’ di mezzo milione di coppie, ma bisognera’ attendere il monoraggio che sara’ completato entro l’estate 2014 per avere i dati aggiornati rispetto al calo dell’ultimo decennio”. I cittadini potranno segnalare i nidi attivi di rondine e balestruccio attraverso il sito www.ornitho.it, il progetto che coinvolge 4mila tra ricercatori, birdwatcher, fotografi, gruppi e associazioni. L’iniziativa punta a raccogliere dati utili per capire quali dinamiche siano in atto considerato che, tra il 2002 e il 2012 (dati progetto Mito2000), la rondine e’ calata del 19% e il balestruccio del 25%, per uno stato di conservazione giudicato ‘cattivo’ (per la rondine) e ‘inadeguato’ (per il balestruccio). Il progetto, che ha visto finora l’inserimento di 4 milioni di dati, punta a compilare entro il 2015 un Atlante nazionale degli uccelli nidificanti e svernanti in Italia. In pratica, chiunque puo’ segnalare (ma senza disturbare la nidificazione), entro fine giugno, la presenza di nidi attivi di rondine e balestruccio sul sito web di Ornitho, aggiungendo eventualmente anche le tendenze osservate negli ultimi anni. La rondine, come noto, e’ una specie legata soprattutto agli spazi rurali, alle stalle e alle cascine, mentre il balestruccio frequenta abitualmente le zone edificate, anche in aperta campagna. Le rilevazioni che il pubblico registrera’ sul sito di Ornitho potranno anche evidenziare gli effetti negativi che le anomalie climatiche della scorsa primavera hanno avuto sulla nidificazione del 2013, durante la quale, a causa delle basse temperature registrate soprattutto nel mese di maggio, molte nidiate sono andate perdute. Alcune differenze potranno essere rilevate da regione a regione, considerate le differenze di latitudine, i differenti habitat e le zone bioclimatiche che contraddistinguono il nostro Paese.