Fotografati i primi istanti di vita di una stella: ecco il vagito dell’astro nascente

MeteoWeb
Credit: Hubble
Credit: Hubble

I primi istanti di vita di una stella sono stati fotografati, per la prima volta in tempo reale, dal telescopio Alma dell’Osservatorio Europeo Australe (Eso) che si trova sulle Ande cilene. Il ‘vagito’ di una stella nascente consiste nell’emissione violenta di un getto di gas che si scontra con le nubi piu’ dense formate da gas e polveri che la circondano, dando origine ad una nebulosa. Queste osservazioni sono contenute in un articolo scritto da ricercatori internazionali e pubblicato dalla rivista ”Astrophysical Journal”. Analizzando la luminescenza prodotta dalle molecole di monossido di carbonio in un oggetto noto come Herbig-Haro 46/47, una nebulosa ad emissione, gli astronomi hanno scoperto che i getti prodotti sono ancora piu’ energetici di quanto si pensasse fino ad ora. Le giovani stelle sono oggetti violenti che espellono materiale a velocita’ elevata, fino a un milione di chilometri orari. Quando questo materiale si scontra con il gas circostante si illumina, formando cosi’ un oggetto classificato come Herbig-Haro. Un esempio spettacolare di questa classe e’ appunto Herbig-Haro 46/47, che si trova a circa 1400 anni luce dalla Terra nella costellazione della Vela. Questo oggetto e’ stato osservato dal telescopio Alma quando era ancora in costruzione e la schiera di antenne era ben lontana dall’essere completata. Queste nuove osservazioni di Herbig-Haro 46/47 hanno mostrato che parte del materiale espulso ha una velocita’ molto maggiore rispetto alle misure precedenti. Cio’ significa che il gas trasportato nei getti ha molta piu’ energia e quantita’ di moto di quanto si pensasse. Le nuove immagini riprese da Alma rivelano fini dettagli in due getti, uno che punta verso la Terra e l’altro che si allontana. Il getto in allontanamento era quasi invisibile nelle precedenti fotografie ottenute nella banda ottica, a causa dell’oscuramento dovuto alle nubi di polvere che circondano la stella nascente. Alma ha fornito immagini molto piu’ nitide rispetto ai telescopi precedenti e ha anche permesso agli astronomi di misurare la velocita’ con cui il materiale incandescente si muove nello spazio.