Allerta Meteo in Sicilia per l’arrivo del ciclone: “non uscite di casa”, litorali interdetti [LIVE]

/

Il ciclone sta flagellando Malta e in serata transiterà appena a sud/est della Sicilia, allerta massima tra ragusano e siracusano. Autorità preoccupate dopo l’allarme della protezione civile

prog_sat_vis_msgSono ore di apprensione in Sicilia a causa dell’allerta meteo in vista del transito, previsto tra stasera e domani mattina, del ciclone tropicale che da stamattina sta interessando il Canale di Sicilia. Come se non bastasse il forte maltempo che da mercoledì, con i tornado di Acireale e Catania, a stamattina con piogge torrenziali, forti venti, mareggiate e temporali, sta colpendo tutta l’isola, in alcune località il peggio deve ancora arrivare.

santa teresa di rivaLa situazione è già critica in molte località siciliane, soprattutto nelle zone orientali tra messinese, catanese e siracusano, dove negli ultimi tre giorni sono cadute piogge alluvionali (picchi di oltre 550mm nel versante orientale dell’Etna e oltre 350mm sui monti Peloritani) e dove le violente mareggiate stanno provocando gravi disagi “come uno tsunami“, bloccando le strade costiere e inondando le abitazioni litoranee. A destra una foto di pochi minuti fa a Santa Teresa di Riva (Messina)

cicloneAdesso è grande l’allerta per il ciclone che ha già devastato Lampedusa provocando danni gravissimi e che in questi minuti sta duramente flagellando Malta. La protezione civile nazionale è mobilitata per seguire questa tempesta, e ha già spiegato che “si sta spostando verso le coste sud-orientali della Sicilia, anche se la sua traiettoria non è esattamente prevedibile, ma il suo movimento indica la possibilità che la parte settentrionale del ciclone impatti con le coste siciliane dal tardo pomeriggio, interessando in particolare la fascia costiera delle province di Siracusa, Ragusa e Caltanissetta, con un possibile parziale coinvolgimento anche di quelle di Agrigento e Catania“.

ImmagineGli stessi esperti della protezione civile, hanno diramato per stasera l’allarme rosso di “elevata criticità”, spiegando che “l’intensità del fenomeno sarà variabile in funzione dell’effettiva traiettoria e della parte del ciclone che effettivamente impatterà al suolo. Questo tipo di ciclone è caratterizzato da venti violenti con intensità di tempesta o uragano che generano condizioni di mare in tempesta e producono, sulla costa, mareggiate di particolare gravità. A ciò si può aggiungere un brusco innalzamento del livello del mare. A seguito dell’impatto con la terraferma, il ciclone tende a perdere forza. Sulla base di questa previsione, comunque caratterizzate da una forte incertezza della traiettoria e dei tempi di evoluzione, il Dipartimento della Protezione Civile e la Regione Siciliana – che stanno seguendo l’evoluzione del fenomeno – hanno attivato l’intero sistema di protezione civile per l’adozione di tutte le misure preventive necessarie a ridurre il rischio, in particolare quelle volte a interdire la viabilità costiera esposta, interrompere le attività all’aperto, garantire la sicurezza del traffico in porti e aeroporti e delle attività negli impianti industriali e delle reti di servizio. Inoltre, il sistema di protezione civile sta rafforzando le misure per l’eventuale risposta all’emergenza e, contemporaneamente, informando la popolazione“.

CNMC_RAD_201411071600_ITASUD_SRI@@@@@_@@@@@@@@@@@@_@@@_000_@@@@Le autorità locali si sono subito organizzate di conseguenza e “appresa la possibile criticità in evoluzione per forti venti e significative mareggiate sulle zone costiere della Sicilia meridionale” hanno avvisato la popolazione a “prestare massima attenzione su tali zone“. Tra i provvedimenti, è prevista “l’interdizione della fruizione delle aree costiere e dei lungomari, il rafforzamento degli ormeggi e la messa a riparo le imbarcazioni. Inoltre si provvederà ad allontanare la popolazione dalle strutture precarie e vulnerabili attuando quanto previsto dai piani di protezione civile“. Nello specifico, il ciclone transiterà appena al largo della punta sud/orientale della Sicilia nella tarda serata odierna. Massima allerta nella zona di Portopalo, Capo Passero e Pachino, ma più in generale anche a Pozzallo, in tutto il ragusano e in tutto il siracusano soprattutto per i forti venti che potranno provocare danni e violente mareggiate.

v10m_007Forti venti di grecale per tutta la notte anche nel catanese e nel siracusano, con mareggiate nelle coste esposte. Per quanto riguarda il maltempo, altri violenti temporali stanno risalendo il mar Jonio e fino a domattina potranno colpire siracusano, catanese, messinese e reggino, specie nelle zone esposte a Sud. Poi, domani, il ciclone si allontanerà al largo nello Jonio verso la Grecia (vedi mappe nella gallery in basso). Per monitorare la situazione in diretta seguite le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam. Sulla nostra pagina facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it

Allerta Meteo, ciclone verso la Sicilia. Crocetta: “sarà un impatto terribile, siamo molto preoccupati”

Allerta Meteo, la protezione civile: “il ciclone si muove verso la Sicilia, massima attenzione”

Allerta Meteo Sicilia, ciclone in arrivo: circolazione sospesa sulla Siracusa-Gela

Lampedusa devastata dal ciclone: danni gravissimi, domani scuole chiuse [FOTO]

Allerta Meteo: ecco il pericolosissimo ciclone tropicale nel Canale di Sicilia [VIDEO-LIVE]