Sonda Rosetta: sì all’atterraggio, ma col fiato sospeso

MeteoWeb

rosetta sonda cometaVia libera, ma col fiato sospeso, alla manovra di separazione del lander Philae dalla sonda Rosetta, a causa di alcuni problemi tecnici riscontrati nella notte sul sistema di atterraggio del lander. ”Ci sono stati diversi problemi nelle attivita’ di preparazione condotte durante la notte, ma abbiamo deciso di dare il ‘go’ e Rosetta e’ pronta per la manovra di separazione”, ha detto il responsabile delle operazioni per l’Agenzia Spaziale Europea (Esa), Paolo Ferri. Nel corso della notte era stato rilevato un problema nella possibilita’ di attivare sistema di discesa che impedisce al lander di rimbalzare sul suolo della cometa al momento dell’atterraggio. In particolare sembra non funzionare il piccolo motore a razzo che si trova sul ‘tetto’ del lander e che deve entrare in azione a circa 40 minuti prima che Philae si posi sulla cometa, per rendere la manovra piu’ morbida. Nell’ultima fase della discesa il ‘carrello’ di Philae libera infatti degli arpioni collegati a cavi di 45 metri, mentre il piccolo motore contrasta la spinta spingendo il veicolo verso l’alto e mantenendo i cavi in tensione, mentre un altro dispositivo li riavvolge lentamente fino al momento in cui le zampe toccano il suolo. ”Abbiamo bisogno di un po’ di fortuna nel non atterrare su una roccia o su un pendio ripido”, ha detto il responsabile delle operazioni di Philae, Stephan Ulamec. La manovra di separazione procedera’ quindi secondo il programma ed e’ prevista alle 9,35 italiane. La conferma arrivera’ pero’ a Terra alle 10,03, ossia 28 minuti piu’ tardi: tanto e’ il tempo necessario perche’ il segnale arrivi al Centro di controllo dell’Esa in Germania, a Darmstadt.