Violento ciclone nel nord Africa, Marocco devastato: città travolte [FOTO e VIDEO]

/

alluvione marocco (1)Nel weekend su MeteoWeb avevamo già ampiamente parlato del violento ciclone che ha colpito il Marocco, nel nord Africa, in modo particolare nella giornata di sabato. La tempesta ha devastato le zone meridionali del Paese e in modo particolare i centri abitati di Guelmin e Bouizakarne. Gravi danni anche ad Agadir e Marrakesh. Al momento si contano oltre 50 tra morti e dispersi, ma si teme che il bilancio possa aggravarsi ulteriormente. Il numero accertato delle vittime è di 31. Violenti temporali hanno provocato inondazioni in vaste zone del sud del Paese, ai piedi dei massicci dell’Atlante, dove alcune vette superano i 4mila metri.

ImmagineUndici nuovi cadaveri sono stati ripescati in prossimità del fiume Talmaadart, nella regione di Guelmim, a quanto hanno riferito le autorità locali citate dall’agenzia Map. La zona più colpita è stata proprio quella di Guelmim, città che si trova 200 chilometri a sud di Agadir, alle porte del Sahara, dove sono 24 le vittime accertate. Sei di loro, tra cui una bambina di nove anni, sono stati spazzati via dalla furia del fiume Tamsourt.

alluvione marocco (1)Secondo al-Jazeera ci sono “tantissimi dispersi” a causa dei forti temporali e dellapioggia torrenziale che hanno interessato diverse regioni meridionali del Marocco, compreso un sito turistico a Marrakesh dove ieri sono state distrutte case di fango. Strade e autostrade sono state chiuse alla circolazione, rendendo difficile per i soccorsi raggiungere le persone in difficoltà. Le piogge ”eccezionali” hanno colpito le regioni di Guelmim, Agadir e Ouarzazate dove è in corso la ricerca dei dispersi. Il ministero degli Interni marocchino citato dall’agenzia di stampa ufficiale Map ha fatto sapere che nelle operazioni di soccorso sono stati messi in campo circa 130 fuoristrada e 335 gommoni Zodiac. La Map ha poi fatto sapere che almeno 14 persone risultano disperse a Guelmim, 200 chilometri a sud di Agadir. Il servizio meteorologico di Rabat mantiene l’allerta per le violenti piogge fino alla mezzanotte di oggi, ma fortunatamente il peggio è passato. Il servizio meteorologico nazionale spiega che nella sola notte tra 22 e 23 novembre sono stati registrati picchi di pioggia eccezionali, di 177mm in poche ore a Ighrem N’Ougdal e 176mm a Ouarzazate, tra le zone più colpite. “Negli ultimi anni osserviamo un drammatico incremento di alluvioni e bombe d’acqua nel Marocco. Nel weekend abbiamo avuto picchi di 200mm di pioggia in appena 6 ore, prima succedeva molto raramente, adesso sono fenomeni sempre più frequenti” spiegano gli esperti meteorologi locali.