Parigi, Galletti dalla Cop21: “profanare Place de la Republique è stato un atto assurdo”

MeteoWeb

“Più di 160 paesi si sono impegnati a presentare i propri contributi nazionali, cioè la loro politica di riduzione di Co2: è la prima volta che questo avviene”

“Profanare Place de la Republique è stato un atto assurdo, fuori dal mondo e di gravità assoluta che non fa bene a nessuno in questo momento, specie a coloro che hanno a cuore l’esito positivo del summit”. Cosi il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, in collegamento telefonico con UnoMattina, da Parigi dove è iniziata oggi la Cop21 di Parigi, commentando gli scontri di ieri nella capitale francese. “Questa – ha aggiunto Galletti, oggi nella capitale francese con il premier Matteo Renzi a Le Bourget per l’apertura ufficiale della Conferenza sul Clima – è davvero l’ultima occasione, ma credo che oggi ci siano tutte le premesse per un accordo ambizioso e virtuoso, con una governance del processo che ci permetta di ridurre le emissioni. Più di 160 paesi si sono impegnati a presentare i propri contributi nazionali, cioè la loro politica di riduzione di Co2: è la prima volta che questo avviene. Oggi qui a Parigi – ha concluso Galletti – ci saranno più di 150 capi di Stato: anche quelli che rappresentano nazioni in guerra tra loro saranno uno a fianco all’altro. E’ un segnale importante”.