Calabria, l’Arpacal pubblica i rapporti sulla qualità dell’aria

MeteoWeb

L’Arpacal ha pubblicato i rapporti sulla qualità dell’aria, come sottolinea attraverso una nota:“Sono stati pubblicati sul sito web dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal), consultabile all’indirizzo www.arpacal.it, i report annuali della qualità dell’aria nella città di Castrovillari nonché dell’area vicino alla centrale Edison di Altomonte; già trasmessi alle competenti amministrazioni comunali, i rapporti relazionano sull’andamento dei monitoraggi svolti nell’annualità 2015″.  

I dati, “Redatti da Claudia Tuoto, dirigente del Servizio tematico aria, e da Marianna Caravita, tecnico dello stesso servizio, i documenti raccolgono e valutano i dati analitici delle misurazioni dei principali inquinanti che la normativa in vigore chiede di monitorare per stabilire, appunto, la qualità dell’aria: biossido di azoto, biossido di zolfo, monossido di carbonio, Pm10 e ozono.” Dall’osservazione analitica è possibile affermare che, “per entrambe le aree monitorate non si sono registrati casi di superamento delle soglie di allarme. Oltre ai consueti report di Castrovillari e dell’area di Altomonte, per i quali sul sito web dell’Arpacal è possibile consultare anche le edizioni a partire dal 2006 per Altomonte e dal 2008 per Castrovillari, quest’anno – sottolinea la nota – viene pubblicato anche un report dedicato alle misurazioni della qualità dell’aria nel Comune di Rende e più precisamente dell’area interessata dall’impianto della ex Legnochimica.

“Tale report – conclude – è stato concordato nella primavera scorsa, a scopo preventivo, con l’amministrazione comunale di Rende, nel caso in cui vi fossero stati altri incendi, come quelli scoppiati nelle stagioni estive delle annualità precedenti.” I periodi di monitoraggio di tale campagna sono stati: dall’11 aprile all’11 maggio 2016 e dal 9 giugno all’11 agosto 2016.