Giappone, smantellare la centrale di Fukushima costerà più di 17 miliardi di euro

MeteoWeb

Costerà molto più di 2mila miliardi di yen (17 miliardi di euro) stimati smantellare la centrale nucleare Fukushima Daiichi,la centrale colpita in pieno dal terremoto-tsunami dell’11 marzo 2011. Lo ha segnalato oggi un comitato del ministero dell’Industria. Inizialmente, in un primo programma “d’accelerazione della ricostruzione della regione di Fukushima” del 2013, il governo aveva preventivato in 2mila miliardi di yen il costo dello smantellamento dei sei reattori dell’impianto responsabile del peggiore incidente atomico dai tempi di Cernobyl.

In realtà questa cifra sarà ampiamente superata, secondo quanto reso pubblico riguardo “il problema della compagnia Tepco”, il gestore della centrale. “X miliardi di yen” saranno necessari, scrivono gli esperti. Dal punto di vista delle tempistiche, occorreranno almeno tre decenni per recuperare il combustibile fuso nelle tre unità e ripulire nel modo migliore possibile i luoghi. A questa cifra devono essere aggiunti i 10mila miliardi di yen (88 miliardi di euro) di danni e interessi versati alle imprese della regione ed ai privati colpiti dalla catastrofe.