Terremoto, Bertolucci: bisogna urgentemente mettere edifici in sicurezza

MeteoWeb

E’ necessario intervenire tempestivamente per mettere in sicurezza gli edifici nelle aree a più alto rischio sismico, ad iniziare dagli edifici pubblici, come le scuole. Lo ha detto all’ANSA il presidente della Commissione Grandi Rischi, Sergio Bertolucci, che oggi ha incontrato i sismologi. “La Commissione Grandi Rischi ha una funzione di stimolo verso le istituzioni – ha rilevato – ed è nostro dovere dire che bisogna lavorare per per mettere gli edifici di tutta l’Italia in sicurezza. Sappiamo che questo richiede 120-130 miliardi, ma bisogna pur cominciare”.

Per Bertolucci “una delle cose fondamentali ora è dare la priorità alla zona compresa tra Umbria, Marche e Lazio”. La priorità, prosegue, è “verificare la vulnerabilità degli edifici strategici, come scuole, comuni e caserme, e incentivare i cittadini ad analizzare dove si trovano, se la loro casa è sicura o meno: è un lavoro che potrebbe essere fatti in tempi ragionevolmente brevi”  Dà un giudizio positivo, Bertolucci, riguardo il lavoro di sensibilizzazione fatto finora sui cittadini: “possiamo dire che e’ servito – ha rilevato – ed è un fatto che le persone comincino a considerare che, così come non si può andare in giro su una macchina con i freni rotti, non si può vivere in una casa che non è sicura”.