Terremoto: la situazione nelle Marche è grave, 15 mila le persone assistite

MeteoWeb

“La situazione nel territorio delle Marche è grave: i danni sono molto estesi e la preoccupazione dopo l’ultima scossa è cresciuta anche nei grandi centri, Ascoli Piceno, Macerata, Fermo, dove in molti hanno dormito in macchina. In maniera diretta la notte scorsa sono state assistite 15mila persone, ma è una piccola percentuale di tutti coloro che hanno dormito fuori casa. Nella realtà parliamo di decine di migliaia di sfollati”. Lo ha detto all’Adnkronos il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, all’indomani della forte scossa di terremoto che ha colpito il centro Italia.

“Tutte le sale operative della Regione sono attive, anche Ancona dove nella provincia sono stati segnalati danni importanti. – ha aggiunto Ceriscioli – Tutta la Regione è impegnata nell’emergenza e siamo così da oltre due mesi. I numeri reali li potremo vedere più avanti quando la situazione si sarà chiarita”. “Servono subito moduli di servizio per i comuni non agibili, strutture sanitarie, guardie mediche e servono tecnici per verifiche e messa in sicurezza del patrimonio culturale e artistico rimasto in piedi. – ha concluso – Persone che vengano a dare una mano nelle sale operative e sul terreno”.