Ambiente, Germania: varato il piano a tutela del clima fino al 2050

MeteoWeb

In seguito ad un lungo e complicato dibattito interno, il governo federale tedesco ha varato il Piano in difesa del clima fino al 2050. Lo ha reso noto l’agenzia stampa tedesca Dpa, anche se non si conoscono ancora i dettagli del piano. La ministra dell’Ambiente, Barbara Hendricks non dovrà quindi presentarsi a Marrakech a mani vuote. L’intesa era stata rinviata più volte con il veto posto sia dalla cancelliera Angela Merkel che dal ministro dell’Economia Sigmar Gabriel: in particolare il Land del Nordreno Westfalia si è fermamente opposto alla volontà del ministero dell’Ambiente di fermare le centrali a carbone per produrre energia elettrica ben prima del 2050, vedendo in ciò una grave minaccia per l’occupazione. La ministra dell’Ambiente, oltre a chiedere al settore energetico di dimezzare le emissioni entro il 2030 rispetto al 2014, spera in un rapido sviluppo delle fonti rinnovabili, con incentivi al fotovoltaico. Secondo la proposta, l’energia prodotta da fonti verdi dovrebbe aumentare di circa il 75% entro il 2030. Dopo il disastro di Fukushima, la Germania ha deciso di abbandonare la produzione di energia elettrica da fonte nucleare entro il 2022.