Astronomia: domani due lanci spaziali, Europa protagonista

MeteoWeb

Tutto pronto per i lanci di due missioni europee in programma domani: si inizia alle 14,06 con il lancio di ben 4 nuovi satelliti Galileo, il sistema di navigazione europeo, a bordo di un razzo Ariane 5 e realizzati con un importante contributo industriale italiano, e poi 21,20 con la partenza del nuovo equipaggio della Stazione Spaziale con l’astronauta Thomas Pesquet dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). Con questi satelliti lanciati domani la costellazione Galileo raggiungerà quota 18, un buon punto se si pensa che la fase operativa prevede di averne 24 più 6 di riserva, rendendo così sempre più vicino il completamente del sistema europeo di navigazione satellitare.

Un progetto ambizioso, promosso dalla Commissione Ue e realizzato dall’Esa, in cui l’Italia ha un importante ruolo industriale attraverso Finmeccanica-Leonardo, con le aziende Telespazio e Thales Alenia Space. Il lancio dei satelliti 15, 16, 17 e 18 è programmato alle 14,06 dalla base di lancio di Kourou (Guyana Francese) e sarà un’importante prova per la capacità di lancio di Ariane 5. Nonostante i suoi 88 lanci già effettuati, il razzo europeo non ha mai sperimentato un lancio quadruplo. Le operazioni del rilascio dei satelliti dureranno più di 3 ore e occorreranno quasi 10 giorni prima che arrivino sull’orbita corretta definitiva. Poche ore dopo l’Europa dello spazio, questa volta dalla base di Baikonur nel Kazakhstan, si porterà in orbita anche l’astronauta francese Pesquet impegnato nella missione Proxima che resterà per sei mesi a bordo della Stazione Spaziale e svolgerà 50 esperimenti scientifici in ambiente di microgravità.