Allerta Meteo, ciclone Afro/Mediterraneo in arrivo: la settimana di Natale inizia con una violenta tempesta in tutt’Italia

L’Italia sta vivendo l’ultimo weekend prima di Natale senza particolari fenomeni meteorologici estremi, anche se ieri abbiamo avuto una forte burrasca in Sicilia con forti piogge, venti intensi e mareggiate nelle zone orientali dell’isola. Poi una notte molto fredda e stamattina gelo intenso con galaverna e neve chimica in molte località del Nord, adesso ampie schiarite e clima mite soprattutto al Centro/Sud con forti sbalzi termici e un’escursione termica giornaliera in alcuni casi vicina ai venti gradi centigradi. Questa situazione di tregua si caratterizza per la più classica “quiete prima della tempesta”: è infatti ormai imminente l’arrivo sull’Italia dell’attesissimo ciclone Afro/Mediterraneo proveniente dal Maghreb, dove insiste da giorni provocando forti piogge e maltempo estremo su Marocco, Algeria e Tunisia. Nelle prossime ore, tra Lunedì 19 e Martedì 20 Dicembre, la tempesta colpirà in pieno l’Italia posizionandosi nel Mediterraneo occidentale, tra le isole Baleari e la Sardegna, dove martedì mattina potremmo avere una spettacolare formazione ciclonica con il vortice dell’occhio del ciclone proprio sul Mediterraneo.

01Ma a prescindere dalla possibile evoluzione in TLC di questa tempesta, che potrebbe assumere caratteristiche tipicamente tropicali, nei primi tre giorni della settimana (Lunedì 19, Martedì 20 e Mercoledì 21 Dicembre) l’Italia sarà colpita da fenomeni meteo avversi che potranno determinare situazione molto pericolose in varie località. Il maltmepo interesserà tutto il territorio nazionale: le aree meno colpite saranno il Nord/Est e la Campania, anche se le piogge che interesseranno Emilia Romagna, Lombardia, Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo saranno precipitazioni nella norma, moderate e solo a tratti forti, senza particolari criticità.

02Invece le zone più a rischio sono il Nord/Ovest per le abbondanti nevicate e il Sud per le piogge alluvionali. In modo particolare violenti temporali con precipitazioni torrenziali colpiranno dapprima Sardegna e Corsica nel corso della giornata di Lunedì 19 (specie nel pomeriggio/sera), poi Sicilia orientale, Calabria Jonica e Golfo di Taranto tra Basilicata e Puglia tra Martedì 20 e Mercoledì 21. In tutte queste aree c’è il rischio di pesanti fenomeni alluvionali.

03Invece al Nord/Ovest avremo una vera e propria “Bomba Bianca” per le abbondanti nevicate che tra Lunedì e Martedì colpiranno Piemonte e Liguria. A Cuneo potrebbero cadere oltre 60cm di neve, con accumuli superiori al metro già a 800900 metri di quota su Alpi Ligure, Alpi Marittime e Alpi Cozie e oltre il metro e mezzo dai 1.200 metri in sù. Inizialmente, nella giornata di Lunedì, la neve cadrà fin in pianura, imbiancando anche Torino e forse persino la Liguria costiera centro/occidentale, fino a Genova e Savona. Anche in Liguria nevicherà tantissimo fin dalle quote collinari. Il maltempo continuerà anche Mercoledì 21, nel giorno del Solstizio d’Inverno, ma con l’aumento delle temperature a causa dello scirocco che continuerà a soffiare impetuoso su tutt’Italia, si verificherà un netto ricambio della colonna d’aria e l’effetto del cuscinetto freddo sarà così vanificato: almeno ai bassi strati dell’atmosfera la neve si trasformerà in pioggia, ma al suolo rimarrà un accumulo particolarmente abbondante.

04Infine, attenzione al forte vento: per tre giorni avremo un impetuoso scirocco su gran parte del Paese, infatti al Centro/Sud le temperature aumenteranno sensibilmente nonostante il maltempo e nevicherà soltanto sule vette più alte dell’Appennino come se fossimo ancora in pieno autunno. Lo scirocco raggiungerà raffiche burrascose, di oltre 120km/h, soprattutto nel Tirreno provocando violente mareggiate su Sardegna, Corsica e arcipelago toscano. Attenzione invece alla tramontana scura su Genova e in Liguria.

Ecco le pagine utili per monitorare la situazione in tempo reale: