Bulgaria, incidente treno: almeno 5 vittime, appello per la donazione del sangue

MeteoWeb

E’ salito a cinque il numero dei morti in seguito all’incidente avvenuto stamattina in Bulgaria, quando un treno merci composto da 26 vagoni cisterna che trasportavano Gpl e propilene è deragliato, espodendo, mentre entrava nella stazione di Hitrino. Al momento più di cento vigili del fuoco stanno perlustrando le macerie degli edifici distrutti dall’esplosione con il successivo incendio, sperando di trovare superstiti. Continua ad aumentare anche il numero dei feriti rispetto ai 25 inziali, che sono trasportati negli ospedali della vicina città di Shumen. Stando alle ultime ricostruzioni sarebbero deragliati gli ultimi quattro o cinque vagoni cisterna, che si sono staccati dal convoglio e almeno uno di essi, carico di Gpl, è esploso dopo aver urtato dei pali elettrici. Secondo le prime valutazioni degli esperti, la causa dell’incidente sarebbe o eccesso di velocità o insufficiente manutenzione delle cisterne. Per ora si esclude l’ipotesi di un atto terroristico. 

Intanto il primo ministro della Bulgaria, Boiko Borisov, si sta recando nel luogo dell’incidente. Borisov ha lanciato un appello ai cittadini della vicina città di Shumen affinché donino il sangue nell’ospedale in cui vengono trasportati i feriti. Hitrino si trova circa 280 chilometri a nordest della capitale Sofia e conta circa 800 abitanti