Terremoto Marche: “Gli hotel ospitano gli sfollati a proprie spese, manca il codice fatture”

MeteoWeb

Su 150 strutture ricettive che ospitano gli sfollati del Terremoto, ”93 non avrebbero ancora ricevuto il codice meccanografico indispensabile per fatturare alla Regione Marche le spese di personale e di gestione”. Di conseguenza ”gli albergatori stanno ospitando i terremotati a proprie spese, senza aver ancora visto un euro di rimborso”. Lo afferma la vice presidente del Consiglio regionale delle Marche Marzia Malaigia (Ln), che sostiene di aver ricevuto molte segnalazioni in tal senso. “Il 9 novembre – osserva – in Consiglio eravamo stati rassicurati dal presidente Ceriscioli sulla situazione in cui versano i territori colpiti dalle scosse di Terremoto cominciate il 24 agosto, ed in particolar modo sulla tempestivita’ della stessa Regione nell’erogare i contributi della Protezione civile nazionale per affrontare le spese per la sistemazione dei cittadini, attingendo a una cassa unica”.

”A distanza di più di tre mesi dalla prima scossa, la situazione è tutt’altro che tranquilla. Abbiamo ricevuto numerosissime segnalazioni da parte degli albergatori che stanno ospitando gli sfollati, da Sarnano alla costa, che non hanno ancora ricevuto un solo euro di rimborso per le spese di accoglienza”. Il Decreto Terremoto prevede che gli albergatori ricevano il rimborso dopo aver presentato fattura entro i 60 giorni successivi. Gli uffici della Regione Marche, incaricati di elaborare un applicativo informatico per l’emissione di codici e di fatture elettroniche ”non sono ancora in grado di fornirlo per un ‘errore di sistema’. Questa la risposta che si sono sentiti dare i titolari degli hotel”.