Terremoto, Norcia: si è conclusa la messa in sicurezza della Torre civica

MeteoWeb

E’ terminata ieri la messa in sicurezza della Torre civica di Norcia. Lo fa sapere il Mibact spiegando che si tratta del primo intervento in Umbria conclusosi dopo gli eventi sismici del 26 e del 30 ottobre. “L’urgenza dell’intervento si era subito rivelata per il grave stato della torre il cui dissesto evidentissimo nella parte della cella campanaria, con quasi totale perdita di appoggio nel piedritto di sinistra, avrebbe potuto determinare il crollo della torre con caduta o sul tetto del palazzo comunale o sulla adiacente facciata della basilica di san Benedetto rimasta miracolosamente in piedi”, continua.

“L’intervento progettato e diretto, su incarico del Mibact, dall’ingegner Stefano Podestà dell’Università di Genova e dall’architetto Fabrizio Baglioni dei vigili del fuoco realizzato dalle squadre dei vigili del fuoco dell’Umbria e della Toscana con il concorso tecnico della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, è durato un mese. E’ stato finanziato per i materiali e il noleggio delle gru dal Mibact e dalla Regione Umbria. Piena soddisfazione per il risultato conseguito, primo passo per l’attuazione dei successivi interventi di messa in sicurezza degli altri edifici storici situati nella piazza di san Benedetto, la basilica e la cattedrale di santa Maria Argentea, cui si sta lavorando con modalità analoghe di messa in sicurezza – conclude il ministero – Un risultato di coesione tra diverse componenti e di efficace presenza delle strutture tecniche del Mibact sul territorio”.