Turismo, Coldiretti: in 150mila hanno trascorso il ponte dell’Immacolata in agriturismo

MeteoWeb

Sono oltre centocinquantamila gli italiani che hanno scelto di trascorrere almeno una notte in agriturismo per il ponte dell’Immacolata anche grazie alla collocazione abbastanza favorevole della festività. E’ quanto stima la Coldiretti, sulla base delle indicazioni degli agriturismi di ‘Campagna Amica’ nel sottolineare che continua il trend positivo della vacanza in campagna nel lungo week end che tradizionalmente rappresenta un vero e proprio banco di prova prima delle imminenti festività natalizie. L’agriturismo è una meta gettonata anche da molti che hanno scelto di fare almeno una scampagnata o una gita fuori porta da concludere in giornata magari per sfuggire dallo smog delle città.

La capacità di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è – sottolinea la Coldiretti – la qualità più apprezzata dagli ospiti degli agriturismi italiani che però hanno qualificato notevolmente la propria tradizionale offerta di alloggio e ristorazione con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking o attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici, ma anche corsi di cucina e wellness. A spingere l’agriturismo per il lungo week end è certamente – continua la Coldiretti – la buona tavola ma tra i motivi della preferenza dell’agriturismo c’è il fatto che garantisce riposo e la tranquillità, il contatto con la natura e infine per il buon rapporto prezzo/qualità.

Secondo l’analisi della Coldiretti ci sono ben 22.238 le strutture agrituristiche attive in Italia con un aumento del 33% rispetto a dieci anni fa, con circa un terzo che è gestito da donne, sulla base dei dati Istat. Un fenomeno che – rileva la Coldiretti – spinge la vacanza verde, con il turismo legato alla natura che in Italia ha superato nel 2015 il giro di affari record di 12 miliardi nel 2015. Ed è anche arrivata l’unica App farmersforyou, in versione italiana e inglese, che permette di scegliere gli agriturismi dove poter soggiornare nei più bei paesaggi della campagna italiana, i mercati di Campagna Amica, le fattorie e le botteghe dove poter comprare il vero made in Italy agroalimentare, ma anche i ristoranti che offrono menù con prodotti acquistati direttamente dagli agricoltori di Coldiretti. L’App – conclude la Coldiretti – ha un sistema di ricerca per settore, su base regionale o anche provinciale. In ogni scheda l’utente troverà informazioni riguardanti, i prodotti che si possono acquistare, una selezione delle eccellenze, la mappa per raggiungere il luogo, gli orari di apertura e chiusura, immagini e molto altro.