Alimentazione: è svolta salutista, ogni italiano consuma 320 kg di frutta e verdura l’anno

MeteoWeb

Gli italiani diventano salutisti, come conferma un aumento del consumo di frutta e verdura (fresca e trasformata) che nel 2016 è stato di circa 320 chili a testa, 3 chili in più rispetto all’anno precedente. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti che sottolinea anche il record dell'”export a quota 5 miliardi di euro raggiunto dall’ortofrutta made in Italy“. Gli acquisti delle famiglie italiane sono aumentati del 2% rispetto al 2015, anno in cui si erano fermati a quota 8,1 milioni di tonnellate, di cui 4,5 milioni di frutta e 3,7 milioni di verdure, secondo i dati di Macfrut Consumers’ Trend elaborati dalla Coldiretti e presentati in occasione della giornata speciale dedicata agli agrumi Made in Italy nei mercati di Campagna Amica in tutta Italia. Le mele – osserva Coldiretti – sono il frutto più consumato, suoerando le arance. Sul podio degli ortaggi preferiti dagli italiani salgono nell’ordine le patate, i pomodori e le insalate/indivie.

Il trend positivo dell’ortofrutta – spiega Coldiretti – è spinto soprattutto alle preferenze alimentari dei giovani che fanno sempre più attenzione al benessere a tavola. Il risultato è che la spesa per frutta e verdura degli italiani raggiunge i 98,55 euro al mese per famiglia, sorpassa quella per la carne ed è diventata la prima voce del budget alimentare delle famiglie. La domanda di cibi sani – aggiunge Coldiretti – arriva anche dall’estero dove sono stati esportati complessivamente 4,4 miliardi di chili di frutta e verdura fresca nel 2016, con un aumento del 6% sul 2015. “L’Italia ha le risorse per cogliere le opportunita’ che vengono dal prepotente affermarsi di nuove tendenze salutistiche in Italia e all’estero dove il Made in Italy ha un valore aggiunto in piu’“, ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo.