Ambiente: in Germania calano le emissioni di gas serra

MeteoWeb

La Germania ha conseguito per il secondo anno consecutivo una modesta riduzione delle emissioni di gas serra. L’Agenzia federale dell’Ambiente (Uba) ha infatti stimato per il 2015 emissioni pari a 901,9 milioni di tonnellate di CO2 equivalente, lo 0,3% in meno rispetto all’anno precedente e quasi il 28% in meno rispetto al 1990. La Germania, come specifica il settimanale “Der Spiegel”, è lontana dall’obiettivo prefissato del Governo federale, che entro il 2020 intende ridurre le emissioni di CO2 del 40 per cento rispetto al 1990 . Il maggiore contributo alla riduzione delle emissioni è giunto dall’industria dell’energia, con 11,8 milioni di tonnellate di CO2 in meno immesse nell’atmosfera grazie alla diffusione delle fonti energetiche rinnovabili. “La transizione energetica comincia a funzionare”, ha commentato il presidente dell’Uba Maria Krautzberger.

L’obiettivo a lungo termine è quello di rinunciare completamente al carbone, ma si tratta di un obiettivo ambizioso, per il quale il governo non è ancora in grado di illustrare piani o tempistiche precisi. Il settore dei trasporti produce invece 160,8 milioni di tonnellate di CO2 l’anno. Le emissioni sono inoltre leggermente aumentate in agricoltura, dove il problema principale è costituito dalla fertilizzazione. Secondo i dati della Commissione europea la Germania necessita di piu’ tempo per conseguire gli impegni assunti nel 2015. Secondo il Forum internazionale del trasporto (Itf) nello “scenario piu’ ottimistico” gli obiettivi in materia di emissioni non verranno conseguiti prima del 2050, ma soltanto a patto di operare investimenti massicci nel settore dei trasporti, anche attraverso la mobilita’ condivisa.