Friuli Venezia Giulia: Serracchiani approva l’idea di uno “Science Centre” nel Porto Vecchio di Trieste

MeteoWeb

L’ipotesi di insediare uno ‘science centre’ nel Porto Vecchio di Trieste, avanzata dal presidente della ‘Fondazione internazionale Trieste per il progresso e la libertà delle scienze’ Stefano Fantoni, incassa un giudizio positivo dalla presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che tuttavia segnala la necessità di progetti concreti che delineino un effettivo arricchimento dell’offerta scientifica. L’argomento è stato affrontato nel corso dell’incontro tra Fantoni e Serracchiani durante il quale sono stati toccati anche i temi della divulgazione scientifica e dei percorsi di studio e formazione.

Secondo Serracchiani, “l’avvicinamento dei ragazzi alla scienza attraverso esperienze coinvolgenti come quelle assicurate dai laboratori dell’Immaginario scientifico rappresenta un approccio alla divulgazione formidabile“. Fantoni, ex direttore della Scuola superiore di studi avanzati di Trieste, ha rimarcato il problema dell’abbandono universitario, che investe in Italia una percentuale di studenti superiore alla media europea e incide soprattutto tra il primo e il secondo anno di corso e che, a suo avviso, potrebbe essere ovviato con il rafforzamento della formazione professionale. A tale proposito Serracchiani ricorda che il Friuli Venezia Giulia e’ una tra le Regioni che investe di più nella lotta all’abbandono degli studi, con interventi efficaci spiegando che “30 milioni sono destinati a 4.000 giovani, il 75% dei quali riattiva un percorso di studio. Al di la’ questi investimenti- conclude la presidente- la legge regionale di settore, risalente all’82, mostra i segni del tempo e sappiamo che richiede la messa a punto di un percorso di attualizzazione e di riordino”