Influenza: in Veneto raggiunto il picco, inizia la discesa, ecco le fasce più colpite

MeteoWeb

E’ iniziata in Veneto la curva di discesa dell’incidenza dell’influenza stagionale che, nella settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio, è scesa, seppur di poco, da 90,7 persone colpite ogni diecimila a 86,7. Il virus ha comunque colpito altri 42.634 veneti nell’ultima settimana, portando il totale da inizio stagione a 282 mila persone messe a letto. Lo rivela l’ultimo Rapporto epidemiologico del sistema di sorveglianza dell’influenza, redatto dalla Direzione regionale Prevenzione e reso noto dall’Assessore alla Sanità Luca Coletto.

”Il picco appare superato – sottolinea Coletto – e sembra essere stato raggiunto a fine gennaio. Ringrazio tutti i nostri sanitari, che in questo periodo sono stati in prima linea, spesso rinunciando a ferie e riposi per rispondere alla richiesta di cure. Il sistema complessivo è stato sottoposto a pressioni in alcuni casi anche forti, ma ha reagito con efficienza, trovando comunque una soluzione anche alle situazioni più complicate. Noi ai malati- dice Coletto – un letto lo troviamo sempre”. Per quanto riguarda le fasce d’età, i più colpiti sono ancora i bambini tra zero e 5 anni, tra i quali l’incidenza è calata da 279 casi per diecimila a 181,2, ma rimane ancora alta. In calo anche la fascia pediatrica 5-14 anni, mentre una lieve ripresa si è registrata tra gli adulti. I casi con complicanze sono stati sinora 89, dei quali 49 forme gravi con 23 ricoveri in terapia intensiva. Attualmente sono stati segnalati sei decessi correlabili all’influenza e altri sei legati a polmoniti. In tutti i casi si trattava di pazienti con gravi patologie pregresse.