Norman Atlantic: depositata la perizia sulle scatole nere, programmate le udienze

MeteoWeb

Le udienze nell’ambito dell’incidente probatorio sul naufragio della Norman Atlantic, avvenuto dopo un incendio scoppiato a bordo nella notte fra il 27 e il 28 dicembre 2014 al largo delle coste albanesi sulla rotta fra la Grecia e Ancona, inizieranno il prossimo 20 marzo e dureranno fino all’8 aprile, con 17 date previste. L’incidente costò la vita a undici persone, mentre altre 18 risultano ancora disperse. Il gip del Tribunale di Bari, Alessandra Piliego, ha fissato il calendario di udienze in seguito al deposito della perizia sulle scatole nere e sul relitto, ormeggiato dal febbraio 2015 davanti al Terminal Crociere del Porto di Bari. L’esame dei periti, in Camera di consiglio, avverrà nell’aula bunker di Bitonto.

Nel fascicolo della Procura di Bari, coordinato dai pm Ettore Cardinali e Federico Perrone Capano, sono indagati per i reati di cooperazione colposa in naufragio, omicidio plurimo e lesioni l’armatore Carlo Visentini, il comandante Argilio Giacomazzi, alcuni componenti dell’equipaggio, i due legali rappresentanti della societa’ greca Anek, noleggiatrice del traghetto e un dipendente della stessa società Anek, il cosiddetto supercargo (addetto alle fasi di imbarco). L’incidente probatorio sul relitto è iniziato nel giugno 2015 ed e’ stato disposto con l’obiettivo di accertare le cause dell’incendio, la gestione delle fasi di salvataggio, ma soprattutto la funzionalita’ di tutti gli impianti a bordo. La relazione del collegio peritale nominato dal giudice e’ ora a disposizione delle parti, indagati, superstiti e familiari delle vittime, che nei prossimi giorni potranno chiederne copia.