San Valentino: in Giappone tocca alle donne regalare cioccolatini a tutti gli uomini della loro vita

MeteoWeb

San Valentino in Giappone, un vero e proprio business e una festa che può costare cara alle donne. L’usanza vuole infatti che siano loro a regalare i cioccolatini, ma non solo ai partner, anche a parenti, amici e colleghi di sesso maschile. Ci sono negozi che dedicano ampio spazio alle confezioni speciali per il 14 febbraio, interi piani di centri commerciali, come questo di Tokyo, che espongono le loro confezioni migliori con cioccolatini di ogni tipo, gusto e forma. “Per me è una cosa naturale – spiega una ragazza – lo faccio da quando sono piccola, già alle elementari compravo cioccolata per i miei compagni di classe”. “Regalare la cioccolata – dicono queste altre due – è un segno di riconoscimento verso gli uomini su cui possiamo contare per tutto l’anno”.

Quest’anno in Giappone si prevede un giro d’affari di oltre un miliardo di dollari, il 3% in più rispetto al 2016, secondo un istituto di ricerche che si occupa di festività e vacanze nel Paese. Il San Valentino qui si celebra dalla fine degli anni ’50. Ma le donne hanno la loro rivincita. Dagli anni ’80, a marzo, in Giappone si festeggia il “White Day” in cui sono gli uomini a dover regalare qualcosa di bianco, come biscotti alla vaniglia, marshmallow o fazzoletti particolari alle donne della loro vita.