Terremoto, D’Alfonso: “Al premier ho chiesto l’allargamento del Cratere”

MeteoWeb

“Al presidente Gentiloni ho rappresentato con adeguatezza la necessita’ dell’evoluzione del cratere sismico. Io lo chiamo ingrandimento, per fare in modo che si ricomprendano anche i nuovi problemi intervenuti dopo il 18 gennaio, alla luce del decreto legge che gia’ abbiamo vigente e anche del corso delle norme ulteriori che avremo. L’evoluzione riguardera’ l’alto Aterno, la montagna e la collina teramana e cio’ che piu’ e’ stato danneggiato della provincia di Pescara”.

Lo ha detto il governatore dell’Abruzzo, Luciano D’Alfonso, riferendo l’esito dell’incontro di ieri con il presidente del Consiglio. “Continuo questo lavoro – dice il presidente di Regione – sapendo che è anche compito mia evitare che si arrivi fino a Zagabria. Il lavoro che ho fatto è fare in modo che la verita’ dei dati e dei numeri venga tenuta da conto rispetto a questa nuova fase che riguardera’ l’attrezzatura normativa e finanziaria; farò in modo che Zagabria non entri all’interno del perimetro delle tutele degli strumenti e delle risorse. Siamo all’opera consapevoli che verremo dotati degli strumenti necessari”.