Terremoto, non solo Roma, Milano e Firenze: anche Cingoli rappresenterà l’Italia a New York

MeteoWeb

Insieme a Roma, Milano e Firenze, anche Cingoli, il ‘balcone delle Marche’, rappresenterà l’Italia a Manhattan. Una rappresentanza del Comune, compreso nel ‘cratere’ del sisma che ha colpito pesantemente anche le Marche, andrà a New York il prossimo 21 aprile per partecipare all’inaugurazione di un’installazione sul One World trade center: un mappamondo, ideato da un imprenditore israeliano, comprenderà raffigurazioni di alcune città italiane tra cui Cingoli che verrà rappresentata in un plastico attraverso la piazza principale e la cattedrale. Ad annunciarlo il sindaco Filippo Saltamartini che oggi in Regione ha incontrato l’assessore regionale alla Cultura e Tursimo Moreno Pieroni per parlare anche di rilancio del turismo.

“Dopo aver parlato per mesi di emergenza – ha sottolineato il primo cittadino – occorre pensare a come rilanciare l’immagine e il turismo a Cingoli e nelle Marche per dare fiato all’economia e alla vita della comunita'”. “La distruzione – ha ricordato Saltamartini – non e’ stata omogenea ed e’ necessario ricordarlo”. Tra un mese, oltre al Comune, verra’ riaperto il museo. Mentre a New York Cingoli portera’ anche le sue ricchezze enograstronomiche, tra cui il Verdicchio pluripremiato. Quanto alle soluzioni post-sisma, ha osservato il sindaco, “chi deve assumersi le responsabilita’, lo faccia fino in fondo”.