Ambiente, l’assessore Bianchi: “Il Centro Meteo rilancerà Bologna”

MeteoWeb

“Una struttura di enormi dimensioni che attraverso un intervento di grande qualita’ architettonica diventera’ il cuore del sistema di grande calcolo di tutta Europa: una parte degli edifici accogliera’ il Data center del Centro Meteo europeo, ma questi luoghi ospiteranno anche i centri di ricerca, le imprese e tutti coloro che in Europa vogliono trovare un punto di riferimento. Una grande opportunita’ per la citta’ di Bologna, per rilanciare il suo ruolo antico di sede dell’Universita’, sede della ricerca ma anche della nuova industria”. Lo ha detto stamani l’assessore regionale all’Università e alla Ricerca, Patrizio Bianchi, accompagnando in visita ai locali del Tecnopolo di Bologna e all’area Ex Manifattura Tabacchi di via Stalingrado, a Bologna, la I Commissione Consiliare ‘Affari Generali e Istituzionali, Pianificazione Economica, Controllo e Garanzia’ del Comune di Bologna e la II Commissione Consiliare ‘Istruttoria atti’ della Citta’ Metropolitana.

L’area in cui sorgeva la Manifattura Tabacchi risulta di proprietà della Regione Emilia-Romagna che, nel 2011, ha avviato un concorso internazionale di progettazione. All’interno dell’area, di tredici ettari di estensione, si trova un complesso di edifici realizzati negli anni tra il 1950 e il 1960 su progetto dell’architetto Pier Luigi Nervi. Un edificio industriale, con una superficie di 100 mila metri quadri, in fare di ristrutturazione e destinato dal Comune a ospitare organizzazioni di ricerca e innovazione. La parte che e’ stata designata per il Centro dati dell’Ecmwf ha una superficie di 9mila metri quadri, con la possibilità di ospitare eventuali espansioni future, a cui si aggiungono circa 8mila metri quadri di spazi esterni.