Animali: oltre 500 razze di cani, ma poche differenze genetiche

MeteoWeb

I cani sono i mammiferi più diversificati al mondo, con oltre 500 razze riconosciute e un’infinita combinazione di colori, taglie, pelo e comportamenti. Ma queste differenti razze, sono realmente così diverse da un punto di vista genetico? “Tutti concordano sul fatto che i cani discendono dai lupi- spiega alla Bbc Peter Savolainen, genetista evolutivo del Laboratorio di Scienza per la vita di Solna, in Svezia- Gli esperti concordano nel sostenere che 33mila anni fa gli antenati dei cani moderni si sono separati dai lupi- prosegue– ma la cosa si complica quando si tratta di stabilire dove ciò sia avvenuto”. I lupi si sarebbero addomesticati da soli avvicinandosi agli umani per mangiare i loro resti di cibo. In particolare quelli che tra loro avevano meno paura degli umani, e che erano meno aggressivi, hanno ottenuto più cibo, riproducendosi di più e lasciando un corredo genetico socievole e amichevole nei confronti degli uomini.

Pertanto, nel giro 10 generazioni, circa una trentina di anni, questo gruppo di lupi stabili’ una relazione intensa con l’uomo. Secondo Savolainen la cosa più probabile e’ che questo evento sia avvenuto nella regione con piu’ varieta’ genetica, ossia nel sudest dell’Asia. All’interno della stessa specie esistono pertanto piccolissime variazioni genetiche che tuttavia hanno delle notevoli conseguenze. La differenza tra un chihuahua, che pesa un chilo, e un levriero irlandese, che pesa 45 chili, sta solo in 12 geni. Vale a dire che a fronte dell’enorme differenza estetica non corrisponde un’equivalente differenza genetica. Dopo l’addomesticazione l’uomo è intervenuto nel creare le diverse razze diversificando i cani per aspetto e carattere. “Oggi abbiamo una enorme varieta’ di cani molto diversi tra loro- spiega infine alla Bbc Elaine Ostrander, genetista dell’Istituto nazionale per la ricerca del genoma umano negli Stati Uniti- Tuttavia, le loro similitudini sono molte di piu’ delle loro diversita'”.