Diabete: la frutta fresca è davvero da evitare? La parola agli esperti

MeteoWeb

Il diabete è una delle patologie più diffuse nel terzo millennio, complice un’alimentazione ricca di zuccheri raffinati, che comporta una serie di complicanze molto pericolose per la salute, come quelle vascolari. Tuttavia, per ridurne il rischio e le complicanze basterebbe assumere un’elevata quantità di frutta fresca. E’ il risultato di una ricerca durata parecchi anni, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista PLOS Medicine. Lo studio, condotto da Huaidong Du della University of Oxford, ha coinvolto quasi 500 mila individui.

Gli esperti hanno monitorato il consumo di frutta fresca del campione e tutti i nuovi casi di diabete registrati nel corso dello studio, nonché la comparsa di complicanze tipiche del diabete per le persone già malate dall’inizio del lavoro. Dai risultati è stato possibile notare che coloro che consumevano più frutta fresca presentavano un rischio ridotto sia di ammalarsi di diabete, sia di subirne le ulteriori complicanze. Lo studio è importante, concludono gli autori, in quanto la frutta, essendo molto zuccherina, viene spesso sconsigliata ai diabetici. Questa ricerca mostra invece che gli effetti protettivi del consumo di frutta fresca non sono annullati dal contenuto in zuccheri, probabilmente perché gli zuccheri della frutta sono naturali e quindi sani, al contrario di quelli di snack, dolci, bibite e cibo spazzatura in generale.