Addio ad Antonio Lamela: l’architetto che cambiò il volto di Madrid

MeteoWeb

L’architetto spagnolo Antonio Lamela, pioniere nell’applicazione di nuove tecniche di costruzione in Spagna, autore di progetti di fama internazionale, è morto a Madrid all’età di 90 anni. E’ stato nel 1954 il fondatore dello Estudio Lamela, uno degli studi d’architettura più grandi della Spagna, coprendo diversi campi dell’attività architettonica tra cui trasporti, sport, uffici, complessi residenziali, alberghi e pianificazione urbana. Molti degli edifici più emblematici del volto moderno di Madrid portano il sigillo di Lamela: le torri Colón, realizzate tra il 1967 e il ’76 in plaza de Colon, la piazza dedicata al navigatore Cristoforo Colombo; l’edificio Piramide; la città sportiva del Real Madrid e l’ampliamento dello stadio Santiago Bernabeu; ; il nuovo terminal dell’aeroporto Barajas (progettato con l’architetto inglese Richard Rogers), inaugurato nel 2006 e premiato come uno degli aeroporti più belli del mondo per funzionalità e stile. Fin dalle Torres Colòn costruite a Madrid, Antonio Lamela presenta nei suoi progetti il modello costruttivo della struttura appesa a un’anima centrale. Lo studio di Antonio Lamela ha firmato circa 1.500 progetti, con uffici a Varsavia, Città del Messico e in Qatar.