Salute, l’Unicam alla conquista degli Usa: podio alla Global social venture competition con un insetticida bio spin off

MeteoWeb

L’Università di Camerino alla conquista degli Stati Uniti: il progetto Atlas, ideato dai giovani ricercatori dello spin off Unicam Biovecblok, ha infatti conquistato il podio della finalissima internazionale della Global social venture competition. Si tratta di una competizione, tenutasi all’Università della California a Berkeley, che ha un forte impatto sociale e che rappresenta probabilmente la più importante al mondo per le start up. I ragazzi hanno ottenuto il terzo posto preceduti soltanto da una start up statunitense e da una indiana, e hanno vinto un premio in denaro di 10.000 dollari.

“Atlas – spiegano gli ideatori – è un insetticida biologico e non tossico, basato su una molecola naturale contro le zanzare, vettrici di malattie come malaria, dengue e Zika. L’elemento innovativo è rappresentato dal fatto che per la prima volta la zanzara diventa lo strumento di diffusione del biocida da noi sviluppato, evitando in questo modo il rilascio di composti chimici tossici presenti nei comuni insetticidi. Le zanzare infettano annualmente oltre 600 milioni di persone uccidendone circa 1,2 milioni se consideriamo malaria e dengue. Nel 2016 sono stati diagnosticati oltre 10.000 casi di microcefalia, una malformazione congenita del cervello causata dal virus Zika. Queste gravi malattie affliggono le aree piu’ povere del mondo e sono associate a una scarsa qualità della vita del malato. Con Atlas contiamo di ridurre fortemente il numero di persone affette da queste patologie”. E’ la prima volta che una start up italiana riesce a salire sul podio. Inoltre, Murray Vince, co-founder della Intellectual venture di Seattle, incubatore della Bill Gates Foundation, ha dato la propria disponibilità come advisory board di Biovecblok.