Tecnologia e ricerca: Zuckerberg finanzia BioRxiv, sito di pubblicazione degli studi di biologia

MeteoWeb

La Chan Zuckerberg Initiative (Czi) ha donato un finanziamento al sito BioRxiv, dedicato alla pubblicazione preliminare e liberamente accessibile degli articoli scientifici su temi biologici prima che vengano pubblicati sulle riviste scientifiche internazionali. La notizia, pubblicata sui siti di Nature e Science, è stata anche annunciata dallo stesso sito. ”L’accesso esteso a queste bozze può accelerare drasticamente il ritmo delle scoperte e, di conseguenza, la nostra comprensione delle malattie’‘, ha scritto il neuroscienziato Cori Bargmann, presidente della Scienza per Czi, in un post su Facebook.

Il finanziamento, di cui non è nota la cifra, fa parte dell’iniziativa lanciata dal ceo di Facebook Mark Zuckerberg e da sua moglie Priscilla Chan, pediatra: 3 miliardi di dollari, in dieci anni, per curare e prevenire le malattie. ”Sono interessati a tutto ciò che accelera il ritmo della ricerca, e bioRxiv e’ stato nel loro radar fin dall’inizio”, ha detto John Inglis, co-fondatore del sito BioRxiv. Mentre i fisici da ormai 25 anni hanno la possibilità di pubblicare in via preliminare i loro articoli sul sito arXiv, che conta la pubblicazione di 9.000 ricerche al mese, i biologi hanno a disposizione il sito bioRxiv soltanto da 3 anni, sito che al momento pubblica 800 documenti al mese.

Il finanziamento permetterà di aumentare il ritmo delle pubblicazioni e migliorare la fruibilità del sito, anche attraverso il passaggio da un software commerciale a un software open source, dal codice sorgente pubblico. La Czi, attraverso i suoi ingegneri, aiuterà BioRxiv “a sviluppare uno strumento automatico per convertire i documenti scientifici ora pubblicati come file Pdf in un formato leggibile da una macchina, ad esempio Html, che renderà gli articoli anche più facili da cercare.” Questo renderebbe i documenti più leggibili anche sugli smartphone e sui tablet.