Terremoto: attivato il Master “Città e territorio”, adesioni da Nord a Sud

MeteoWeb

Il Master universitario di secondo livello ‘Citta’ e territorio: strategie e strumenti innovativi per la protezione dei rischi dei territori in crisi’ è attivo: promosso ad Ancona da Istao e Universita’ Politecnica Marche in collaborazione, tra gli altri, con Siu (Societa’ italiana Urbanistica), Inu (Istituto nazionale di Urbanistica), Censu,  Scuola architettura e design di Camerino e 40 Atenei.  Numerose le richieste di iscrizioni, provenienti da tutta Italia, da Nord a Sud: Padova, Milano, Bologna, Ferrara, Cagliari, Firenze, Pescara, Roma, Napoli, Bari.

“L’obiettivo – ha spiegato il presidente dell’Istao Pietro Marcolini – è formare 30 tra laureati, funzionari, professionisti come super-esperti di prevenzione, gestione dell’emergenza, programmazione e ricostruzione per la rinascita di territori colpiti da calamita’, con l’aiuto di 60 docenti d’eccellenza.” Alla presentazione dell’evento erano collegati via skype Maurizio Tira (rettore Ateneo di Brescia) e il prof Michelangelo Russo (Sia).

Finora sono arrivate 23 adesioni ma la fase d’iscrizione terminerà solo l’8 maggio: il master prevede 1.500 ore di didattica e agevolazioni (50% della quota) per gli studenti residenti nel cratere e i membri di famiglie con redditi fino a 21 mila euro. Saranno diverse le tematiche affrontate: il recupero territoriale e urbano, la protezione dai rischi sismici, la rigenerazione. Il comitato scientifico è  coordinato dal prof. Fabio Bronzini.

Si inizia il 5 giugno – lezioni il venerdi’ e sabato ma anche e-learning – e dal 17 al 22 luglio, si terra’ un workshop nell’area del cratere, a Camerino. L’idea del master e’ precedente al sisma – ha detto Sauro Longhi, rettore della Politecnica delle Marche – e nasce dalla “voglia di definire un percorso formativo innovativo che mettesse al centro i bisogni del nostro paese. E’ l’esempio di come un’universita’ deve essere al servizio dei territori e delle societa'”. Due le tematiche segnalate da Flavio Corradini, rettore dell’Ateneo di Camerino: gli argomenti del master “di grandissima attualita’ da studiare in maniera contemporanea con conoscenze e competenze molto diverse da quelle che avevamo” e “le competenze e conoscenze a livello nazionale messe insieme con molta intelligenza”.