Terremoto, Cittareale: al via i lavori per la mensa scolastica antisismica

MeteoWeb

Sono partiti ufficialmente oggi i lavori per il montaggio della nuova mensa antisismica di Cittareale (Rieti), progettata dalla Fondazione Mission Bambini in accordo con l’amministrazione comunale e in collaborazione con l’associazione Volontari della Brianza. Una volta terminata la struttura, un prefabbricato in legno lamellare di 144 metri quadrati, verra’ collegata tramite un corridoio all’adiacente scuola dell’infanzia e primaria, della quale sara’ parte integrante. “Dopo la costruzione della nuova scuola antisismica e la consegna del nuovo scuolabus – ha dichiarato il sindaco di Cittareale, Francesco Nelli, nel corso della cerimonia di posa della prima pietra – continua incessante l’attenzione verso i nostri bambini. Stiamo realizzando una mensa meravigliosa grazie a Mission Bambini. Queste iniziative sono quelle che ci danno la forza e il coraggio per andare avanti, ci fanno capire che abbiamo fatto bene a rimboccarci le maniche anche quando sarebbe stato piu’ semplice inginocchiarci e piangere. I bambini sono il futuro dei nostri territori e la scuola e’ il punto di partenza per la ricostruzione sociale”.

Al momento sono 40 i bambini che frequentano la scuola di Cittareale, struttura realizzata a seguito del Terremoto del 24 agosto che ha reso inagibile la vecchia struttura, assieme alla maggior parte degli edifici pubblici del Comune della procvincia di Rieti, ed inaugurata lo scorso novembre. Non potendo usufruire in loco del pasto, i bambini al momento fanno rientro a casa per il pranzo e non tornano a scuola nel pomeriggio. “Dopo la scuola per l’infanzia inaugurata a Norcia a fine dicembre – ha dichiarato Goffredo Modena, presidente di Mission Bambini – questa nuova realizzazione conferma l’impegno della nostra Fondazione a sostegno della popolazione del Centro Italia, ripetutamente colpita dal Terremoto. Un impegno che guarda innanzitutto ai bambini e che vuole garantire loro la possibilita’ di frequentare la scuola nelle migliori condizioni possibili, anche in un contesto cosi’ duramente provato come quello delle zone terremotate”.

La nuova cucina, attrezzata industrialmente, sara’ in grado di fornire oltre 100 pasti al giorno. Grazie alla mensa interna con 60 posti a sedere potranno usufruire dei pasti non solo i bambini che frequentano la scuola, ma anche gli insegnanti e i dipendenti di alcuni uffici comunali e di esercizi commerciali sorti nelle vicinanze sempre a seguito del sisma. E’ previsto inoltre un servizio di consegna pasti a domicilio per alcuni anziani residenti nella zona. La conclusione dei lavori e’ prevista per la fine di maggio.