Terremoto: gli agricoltori arano i terreni a Castelluccio di Norcia

MeteoWeb

Una ventina di agricoltori di Castelluccio di Norcia sono al lavoro per l’aratura dei terreni sul Pian grande. Dopo che nella giornata di ieri erano stati trasferiti al borgo tutti i trattori con un viaggio durato oltre tre ore e mezza e che ha visto una lunga “carovana” snodarsi sulle strade rovinate dal Terremoto. “La semina vera e propria della lenticchia, se le condizioni meteorologiche saranno favorevoli, iniziera’ venerdi’ e andra’ avanti per un paio di mesi“, spiega all’ANSA Gianni Coccia, il portavoce degli imprenditori agricoli. Come da programma, gli agricoltori sono saliti a Castelluccio questa mattina alle 7, transitando per la strada provinciale 477, particolarmente dissestata, ma comunque percorribile e veloce per raggiungere i terreni all’ombra del monte Vettore. Questa sera il rientro e’ previsto alle 19.30. Intanto i 400 quintali di sementi sono stati gia’ trasferiti a Castelluccio, grazie ai mezzi dell’esercito che sono giunti ai piedi del borgo nel tardo pomeriggio di ieri e sono state messe al riparo all’interno delle tensostrutture allestite dalla Regione Umbria. Ora gli agricoltori attendono che le due strutture ricettive ancora agibili a Castelluccio vengano al piu’ presto messe a loro disposizione “per fermarsi la notte ed evitare di scendere e risalire ogni giorno da Norcia e per poter mangiare qui”, dice ancora Coccia.