Terremoto, il sindaco di Camerino: “La città è come un malato in rianimazione, non possiamo sbagliare il percorso di ricostruzione”

MeteoWeb

”I danni che ha subito Camerino non li hanno subiti gli altri centri e oggi la nostra citta’ e’ un malato in rianimazione che ha bisogno di un’attenzione giusta. Soprattutto c’e’ la necessita’ di non sbagliare il percorso da fare da questo momento in poi”. E’ quanto ha detto il sindaco Gianluca Pasqui aprendo la conferenza stampa in cui l’architetto e urbanista Mario Cucinella ha presentato le sue idee per la ricostruzione della citta’. Pasqui ha ricordato che al momento ci sono 6.200 persone in autonoma sistemazione e 500 ancora negli alberghi della costa, mentre le attivita’ che hanno chiuso dopo il Terremoto sono 220. Riferendosi all’architetto Cucinella, il sindaco ha voluto evidenziare come “sia qui per aiutare Camerino e il suo territorio in modo da individuare il percorso giusto da intraprendere”.