Terremoto, proteste fuori da Montecitorio e nei paesi colpiti: “Siamo abbandonati”

MeteoWeb

Diversi presidi dei cittadini del Centro Italia colpiti dal Terremoto si stanno svolgendo fuori da Montecitorio e in altri dieci presidi comuni delle zone terremotate. “La situazione del Centro Italia si aggrava di giorno in giorno. A quasi otto mesi dal primo sisma quello che rimane dei nostri paesi sono solo le macerie. Il Centro Italia sta morendo e nessuno interviene, ci avevano detto che non ci avrebbero lasciati soli, e invece l’hanno fatto”. Si legge nel manifesto-volantino che annunciava la manifestazione. Uno dei presidi è a Grisciano, in provincia di Rieti: “La situazione è critica – ha detto un uomo alle telecamere di Rainews24 -, i politici ci hanno detto un sacco di bugie“. Una commerciante chiede il ripristino dei negozi colpiti a costo zero: “Non possiamo accendere mutui per pagare l’Iva”. “E’ dal 15 gennaio che manifestiamo – aggiunge un anziano -. Significa che lo Stato ha fallito. Ci hanno detto che non ci avrebbero lasciati soli, sono riusciti ad abbandonarci”.