Terremoto, Renzo Piano: “L’Italia esca dal medioevo della fatalità, la natura non è né buona né cattiva”

MeteoWeb

“Bisogna smettere di parlare di fatalità, in questo Paese si parla troppo spesso di fatalita’. Non c’e’ niente di fatale nel sisma, il nostro e’ un Paese sismico. Non si esorcizza il sisma non parlandone, prendiamone atto”. Lo ha detto l’architetto Renzo Piano, senatore a vita, che a Milano ha presentato con il premier Paolo Gentiloni i i cinque principi che ispireranno i progetti di Casa Italia. Si tratta di diagnostica, cantieristica leggera, partecipazione, sostenibilita’ economica ma soprattutto questo principio: “Non si devono mandare via di casa le persone, dobbiamo salvaguardare questo legame importantissimo”. “La natura non e’ ne’ buona ne’ cattiva, e’ indifferente”, ha detto Piano, invitando a usare l’intelligenza con cui “abbiamo costruito argini a tutto, perche’ non possiamo difenderci da questo mostro del sisma?”. “Dobbiamo avere fiducia nella scienza – ha concluso – e uscire dal medioevo oscuro della fatalita’. Non so se sara’ una rivoluzione ma una presa di coscienza collettiva si’“.