Vaccini, Zaccagnini: “i Vaccini sono un traguardo della scienza, ma vanno usati con consapevolezza e dopo gli accertamenti necessari”

MeteoWeb

“Portiamo in un dibattito inquinato, una posizione politica nuova e intermedia tra gli antivaccinisti e chi e’ per l’obbligo vaccinale: siamo per la liberta’ di scelta e per l’uso consapevole“. Perché “i Vaccini sono un traguardo della scienza, ma vanno usati con consapevolezza e dopo gli accertamenti necessari“. Questa, sintetizzata da Adriano Zaccagnini (Mdp), e’ la posizione emersa dalla contestata conferenza stampa “Liberta’ di scelta per vaccinarsi in sicurezza”, tenutasi a Montecitorio.

I Vaccini sono “uno strumento importante di prevenzione”, ha sottolineato la pediatra Patrizia Franco, ma “vaccinare e’ un atto terapeutico e come tale ha in se’ un possibile danno. Vanno quindi considerati come farmaci. Anche per la commercializzazione andrebbero eseguite le stesse procedure”.C’e’ chi nega esistano i danni dovuti a vaccinazioni – ha commentato Roberto Mastalia, avvocato e papa’ di un bimbo danneggiato – ma questo va contro la legge che prevede il risarcimento per i danneggiati da Vaccini. Chiediamo controlli e studi”. Secondo Gerardo Rossi, direttore del centro di ricerca Mineral Test, che valuta la presenza di minerali tossici attraverso l’analisi dei capelli “nei vaccinati vi e’ un carico piu’ massiccio di alluminio”.

“Non posso dirne l’origine ma inocularne altro in chi e’ gia’ esposto non rispetta il principio di precauzione”. Oggi, aggiunge, “abbiamo mezzi per valutare chi puo’ rispondere meglio o peggio a un farmaco, come analisi del microbiota, epigenetica, farmacogenomica”. Poca invece, lamenta Zaccagnini – che ha presentato due interrogazioni rimaste senza risposta – la ricerca sul tema. “Negli Stati Uniti la vaccinovigilanza e’ fatta in modo serio da tre enti che incrociano i dati, vorremmo anche in Italia si facesse”. Cosi’ come servono “progetti per formare i pediatri a fare una anamnesi personalizzata” perche’, per conoscere la risposta da parte del singolo individuo “sono necessarie analisi che il medico deve saper prescrivere“. Anche se e’ “la via piu’ difficile”, conclude, “questo e’ il modo per far crescere la fiducia dei genitori nei Vaccini”.