Anoressia: ha una base genetica? Ecco il maxi studio che lo rivela

MeteoWeb

Scoperta una base genetica dell’anoressia, in un maxi studio che ha coinvolto 3495 individui con la malattia e 10.982 individui sani. La scoperta rivela un collegamento genetico tra anoressia e malattie psichiatriche quali schizofrenia e tendenza alla nevrosi, sostenendo l’idea che l’anoressia è a tutti gli effetti una malattia psichiatrica.

Lo studio, pubblicato su The American Journal of Psychiatry, rappresenta al momento il più possente studio genomico sull’anoressia mai condotto prima per identificare radici comuni tra anoressia e altre malattie. Condotta presso la University of North Carolina Health Care da Cynthia Bulik, la ricerca ha portato all’identificazione di un ”locus genetico” (una sequenza di Dna che contiene presumibilmente piu’ di un gene) sul cromosoma 12 associata alla malattia. “Abbiamo anche calcolato le ‘somiglianze’ (correlazioni) genetiche, il grado in cui diversi disturbi sono causati dagli stessi geni”, spiega Bulik. Si è dunque scoperto che l’anoressia è fortemente correlata con schizofrenia, nevrosi, “a supporto dell’idea che sia proprio una malattia psichiatrica”, sostiene Bulik; con la composizione corporea e con malattie metaboliche come il diabete giovanile.