Attenzione a far usare smartphone e tablet ai bimbi tra i 6 e i 24 mesi: potrebbero manifestare ritardi nella parola

MeteoWeb

I bimbi tra i 6 ed i 24 mesi che ogni giorno guardano gli screen mobili di smartphone, tablet e vari dispositivi tecnologici, possono manifestare un ritardo nell’uso delle parole e della comunicazione. Il primo studio ad aver osservato la correlazione tra lo sviluppo verbale dei piccolissimi e la loro abitudine a giocare anche solo qualche decina di minuti al giorno sui vari tipi di tablet e simili, e’ stato condotto in Canada su 900 bambini.

Questi i principali dati emersi:”piu’ del 20% dei piccoli trascorre almeno 28 minuti al giorno davanti a qualche tipo di screen di strumenti elettronici mobili. Ogni aumento di 30 minuti del tempo trascorso davanti ad uno screen si e’ tradotto in un incremento del 49% dei rischi di ritardi nelle capacita’ di espressione verbale dei bambini.” Presentata al ‘Pediatric Academic Societies Meeting’, la ricerca e’ stata guidata da Catherine Birken dell’universita’ di Toronto, che ha sollecitato altri studi in materia. L’accademia dei pediatri americani raccomanda di non far usare tablet e smartphones ai piccoli con meno di 18 mesi.