Australia: leggende aborigene raccontano di una violenta eruzione avvenuta 7.000 anni fa

MeteoWeb

Settemila anni fa il Nord est dell’Australia fu scosso da una fortissima eruzione vulcanica, della quale la leggenda è stata tramandate fino ai giorni nostri. La storia infatti fu diffusa e sopravvisse nelle leggende degli aborigeni Gugu Badhun attraverso 230 generazioni. Gli antenati di quella popolazione erano già insediati nell’area al tempo dell’eruzione. Lo sostiene la ricerca pubblicata sulla rivista Quaternary Geochronology e condotta da geologi australiani e scozzesi con una raffinata tecnica di datazione che ha permesso di determinare l’epoca dell’eruzione.

I ricercatori dell’Australian National University, della James Cook University e delle universita’ scozzesi di Glasgow e St Andrews hanno infatti analizzato campioni dai flussi, lunghi fino a 55 chilometri, di lava attorno al vulcano Kinrara, nel Queensland. I flussi risultano infatti chiaramente visibili attorno al vulcano. Al fine di stabilire l’epoca dall’eruzione i ricercatori hanno utilizzato la tecnica chiamata geocronologia argo-argon: mediante uno spettrometro di massa hanno misurato  la quantità del gas nobile argon, prodotto dalla decomposizione radioattiva naturale del potassio.

La leggenda tramandata dal popolo Gugu Badhun, della quale si hanno i primi documenti scientifici negli anni 1970, parla di una grande esplosione che creò un massiccio cratere nel terreno. L’esplosione emanò una spessa polvere soffocante, tanto da far diventare l’aria incandescente, mentre il fuoco si diffuse lungo il fiume. Secondo i ricercatori “queste storie sono descrizioni plausibili di un’eruzione vulcanica. Il vulcano Kinrara ha un cratere molto sporgente, che avra’ prodotto cenere vulcanica e fontane di lava”. Si allunga cosi’ la lista di eventi geologici tramandati nella tradizione orale aborigena: l’eruzione si aggiunge al sollevamento del livello dei mari avvenuto circa 10.000 anni fa e ad altre eruzioni vulcaniche avvenute in altre aree del continente.