Conferenza scientifica internazionale “Taboo – Transgression – Transcendence in Art & Science” : presente il ricercatore italiano Mario Savini

MeteoWeb

Dal 26 al 28 maggio 2017 si svolgerà alla Ionian University di Corfù (Grecia) l’importante conferenza scientifica “Taboo – Transgression – Transcendence in Art & Science”. Tra i relatori è stato selezionato anche il ricercatore e critico italiano Mario Savini (PhD) che presenterà uno studio dal titolo “Transgenic Art. Creativity in the Era of Genetic Engineering”. L’incontro sarà un’occasione per riflettere sulle questioni relative alla natura del proibito e all’estetica della liminalità come espresso nell’arte che utilizza o si ispira alla tecnologia e alla scienza. La conferenza, inoltre, focalizzerà l’attenzione sulla trasformazione creativa nel processo di fusione tra scienza e arte. Specificamente, Mario Savini esporrà un’analisi avviata tre anni fa per il suo dottorato di ricerca all’Università di Teramo e presentata, in parte, alla conferenza scientifica “NeoLife. The Rest of the World” presso la University of Western Australia a Perth nell’ottobre 2015.

La ricerca di Savini verrà esposta il 27 maggio e riguarderà gli sviluppi avviati in campo artistico dalle tecniche di ingegneria genetica. Si tratta di un’analisi critica che ricostruisce, in una prospettiva storica, questa importante ridefinizione culturale. L’intervento presenterà tutti quei lavori di arte transgenica che hanno “fuso” parti dell’essere umano con parti di altri esseri viventi. L’ultima opera, in ordine cronologico, è del 2016. Si tratta di un lavoro dell’artista greco Yiannis Melanitis intitolato “Leda Melanitis”, una farfalla transgenica contenente un gene di origine umana.

All’appuntamento interdisciplinare di Corfù saranno presentate mostre ed eventi collaterali e molti saranno gli scienziati di fama internazionale che esporranno le proprie ricerche come Roy Ascott (Plymouth University, UK), Adam Zaretsky (Marist College, USA), Kathy High (Rensselaer Polytechnic Institute, USA). Per ulteriori informazioni e il programma completo della conferenza è possibile consultare il sito http://avarts.ionio.gr/ttt/2017/en/schedule