Ricerca, torna a Torino la ‘partita del cuore’: l’obiettivo è raccogliere 2.5 milioni di euro

MeteoWeb

Sarà la sindaca di Torino, Chiara Appendino, a dare il calcio d’inizio alla Partita del Cuore che il prossimo 30 maggio torna per la terza volta negli ultimi cinque anni nel capoluogo piemontese, allo Juventus Stadium, e che vedrà in campo la Nazionale Italiana Cantanti, per l’occasione allenata dal sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, al fianco del dg Gianluca Pecchini, sfidare i Campioni per la ricerca. Il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Piemontese per la ricerca sul Cancro e alla Fondazione Telethon. L’obiettivo è superare il record degli oltre 2,1 mln di euro raccolti nell’edizione torinese della kermesse nel 2015, raggiungendo quota 2,5 mln.

“Il calcio è una grande forza capace di entrare nelle case di tutti e deve farlo anche per motivi nobili – ha osservato il presidente della Juve, Andrea Agnelli, che scenderà in campo con i Campioni per la ricerca – il nostro obiettivo è cercare di divertire il pubblico senza dimenticare che la priorità della manifestazione è aiutare le persone meno fortunate che hanno bisogno di ogni euro per tornare a sorridere”. Tra i giocatori in campo, per la Nazionale Cantanti, hanno confermato la presenza il presidente Paolo Belli, Gianni Morandi, che per la prima volta giocherà a Torino, Eros Ramazzotti, Luca Barbarossa, Enrico Ruggeri, Niccolò Fabi, Neri Marcore’, Paolo Vallesi, Briga, Benji e Fede, Ermal Meta, Raoul Bova, Boosta e Clementino. Per i Campioni per la RICERCA, oltre ad Agnelli, attesi Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, Boban, Nedved e Allegri. (AdnKronos)