Terremoto, fondi Ue: accordo per il 95% per la ricostruzione

MeteoWeb

L’Europarlamento e i governi dell’Unione Europea hanno raggiunto un accordo politico per offrire alle regioni colpite da disastri naturali un aumento consistente del sostegno attraverso i fondi comunitari.  “Nessuna regione nell’Ue è al sicuro da disastri naturali”, ha detto la presidenza maltese dell’Unione europea: “l’accordo di oggi per aumentare il sostegno dell’Ue è un’espressione della nostra solidarietà”. In realtà, la proposta originaria della Commissione era piu’ ambiziosa e prevedeva un finanziamento al 100% a carico del bilancio comunitario. Ma alcuni Stati membri, come la Germania e altri paesi nordici, si erano detti contrari, bloccando i negoziati tra governi e Europarlamento. L’aumento ècomunque consistente dato che, in alcuni casi, era limitato al 50%. L’aumento del tasso di co-finanziametno dell’Ue si applicherà ai pagamenti del Fondo europeo di sviluppo regionale, in particolare per le operazioni di ricostruzione, compreso il restauro del patrimonio culturale. Il presidente della commissione, Jean-Claude Juncker, aveva promesso che la cattedrale di Norcia sarebbe stata interamente ricostruita con fondi Ue.