4 motivi che rendono unica la tua vacanza a Santorini

MeteoWeb

Di tutte le isole della Grecia, Santorini è quella che non teme proprio i paragoni. La sua unicità è incontestabile ed è questo il motivo per cui almeno una volta nella vita bisognerebbe andare in vacanza a Santorini. Impossibile vedere panorami anche solo lontanamente simili a quelli si godono in questo spicchio di Mediterraneo, semplicemente perché solo qui si può ammirare il paesaggio della caldera, ovvero il cratere del vulcano sprofondato oltre tremila anni fa e colmato dalle acque. Ma ci sono altri buoni motivi che fanno di quest’isola il luogo perfetto per vacanze indimenticabili.

1 Ammirare la Caldera, è la prima e l’ultima cosa da fare a Santorini. Il motivo per cui la forma è quasi completamente circolare è semplice: è parte della parete del cratere del vulcano sommerso che ha al suo interno la laguna marina interna. L’isola è un luogo che offre un panorama dai colori della natura straordinaria: le rocce bruno rossicce si alternano a massi neri cosparsi di pomice grigia, il blu cobalto del mare contrasta con il bianco calce delle piccole case abbarbicate sulla roccia a picco sul mare. Il modo migliore per godere di questo paesaggio incantevole è quello di non accontentarsi della vista che tutti ammirano da Fira o da Oia. Le due principali cittadine dell’isola offrono infatti balconi con una magnifica vista sulla caldera, ma sono sempre molto affollati di turisti. Meglio spostarsi verso il promontorio di Skaros, una lingua di terra che si stende verso la caldera offrendo un punto di vista davvero privilegiato.

2 Scoprire tutti i borghi dell’isola. Anche se è piccola, Santorini offre differenti borghi, dalle anime diverse che ospitano hotel per tutti i gusti e esigenze. Ma indipendentemente da dove si decide di alloggiare, sarebbe un peccato venire in vacanza a Santorini e non visitare tutti i suoi villaggi. Fira è il capoluogo, il centro abitato più vivace dove di giorno si può fare shopping di coloratissimi souvenir, sorseggiare un drink e, quando si fa sera, entrare in uno dei tanti animati locali per ballare e bere una birra. Oia invece è un borgo più raffinato e tranquillo, che offre boutique di lusso, atelier di stilisti, negozi di gioielli. A Imerovigli si susseguono resort incantevoli e boutique hotel oltre alla imperdibile Cappella di Panagia Theoskepasti, costruita su una grande roccia sopra la caldera. E poi c’è Pyrgos, con il suo dedalo labirintico di vicoli che si arrampicano sulla collina costeggiando le case tradizionali, le chiese bizantine, le rovine della fortezza e il suggestivo Monastero del Profeta Elia. Quest’ultimo è il paese giusto per fermarsi a sorseggiare un bicchiere di vino sulla magnifica terrazza panoramica della grande azienda vinicola dell’isola.

3 Immergersi nel mito di Atlantide. Si rimane così ammaliati dalla vista della Caldera e dall’architettura caratteristica dei borghi che a volte ci si dimentica che l’isola custodisce il sito archeologico più importante dell’Egeo dopo Delos. Il sito di Akrotiri, scavato ancora in minima parte, è una tappa da mettere in programma quando si organizza un viaggio a Santorini. La storia del cataclisma che mise fine alla civiltà minoica per fare nascere il mito di Atlantide è affascinante. Camminando tra le rovine, coperte da una struttura architettonica molto avveniristica, si rimane sorpresi nel constatare quanto fosse avanzata la civiltà che viveva in questi luoghi più di tremila anni fa, prima che la gigantesca esplosione la seppellisse completamente. Interessante anche il Museo archeologico di Fira, che conserva gran parte dei reperti estratti con gli scavi.

4 Esplorare la costa. In linea di massima chi viene in vacanza a Santorini non va in cerca di spiagge, di solito sceglie la piscina dell’hotel o si accontenta della spiaggia vicina, attrezzata con lettino e ombrellone. Ma se si sa apprezzare il fascino vulcanico dei colori intensi della costa, dal blu cobalto dell’acqua al nero della sabbia, le spiagge di Santorini possono dare grandi soddisfazioni.  Non ci sono solo quelle famose e affollate di Kamari e di Perissa, se si noleggia uno scooter si può andare alla ricerca di angoli suggestivi più remoti come la bella Vlychada con la sua scogliere di tufo e la sabbia nera sabbia nera, scogliera di tufo e un paesaggio lunare. Amoudi Bay ha una spiaggia scenografica ai piedi delle imponenti scogliere rosse e vicino al piccolo porto dove i pescherecci attraccano per rifornire le taverne in riva al mare; Coloumbos è una lunga e stretta distesa di ciottoli circondata dalla scogliera grigia e avvolta dal silenzio.